Cartellini per le piante e il terreno: accessori utili per il giardino

Coltivare piante e fiori sta diventando per molte persone un hobby che unisce il relax all’abbellimento del proprio giardino o terrazzo. Un accessorio che può essere utile in questo è il cartellino per le piante. Ne esistono di molte forme e grandezze diverse e sono sempre più utilizzati per la loro grande utilità e facilità d’uso. Basta munirsi di una penna e conoscere il tipo di pianta che si vuole coltivare.

Questi prodotti per la cura delle piante e del terreno non sono molto costosi, con un prezzo che oscilla in genere tra 1 € per un singolo cartellino fino a 50 € per una confezione che ne contiene diversi.

A cosa servono i cartellini per il giardinaggio?

I cartellini per le piante sono un accessorio molto utile nel campo della coltivazione dei fiori, perché permettono di annotare diverse informazioni e di associarle direttamente alla pianta.

Su di essi si può marcare anche la data della semina, in modo da sapere quanto tempo è passato e quando dovrebbe fiorire la pianta; si possono scrivere inoltre il nome e il tipo della pianta, sia scientifico che di uso comune, in modo da non avere spiacevoli vuoti di memoria e sapere sempre quali sono i migliori fertilizzanti per il terreno per quella determinata specie.

Sono molto utili anche perché permettono di evitare di acquistare due piante uguali, quando non siamo in grado di riconoscerle a vista.

Se abbiamo seminato i nostri fiori in vasi, cestini e fioriere, possiamo piantare i cartellini nel terreno affianco alla pianta; in questo modo avremo sempre a disposizione tutte le informazioni necessarie.

Se invece stiamo coltivando piante da giardino o degli ortaggi, possiamo usare dei lacci e dei supporti per legare il cartellino, in modo che rimanga visibile senza piegarsi.

Che caratteristiche possono avere i cartellini per piante?

Esistono diversi tipi di cartellini e ognuno può svolgere la sua funzione in modo differente. Quasi tutti sono molto resistenti alle intemperie, in particolare all’acqua, visto che vengono spesso bagnati durante l’innaffiatura. I dati devono essere sempre visibili e leggibili.

Alcuni cartellini possono essere di dimensioni più cospicue e contenere anche informazioni su come innaffiare una determinata pianta e con quale frequenza (attraverso misuratori del PH e dell’umidità da giardino è possibile ricavare delle indicazioni molto precise). Volendo, possiamo anche inserire un’immagine della pianta già fiorita, per avere un riscontro fotografico ed evitare di confonderci.

Per le persone più tecnologiche, si trovano in commercio anche cartellini con codice QR che, attraverso l’uso di un cellulare, mostra tutte le informazioni relative alla pianta.