Dalle prime automobili all’autolavaggio automatico

La storia dell’automobile inizia ai primi dell’Ottocento quando ancora la trazione dei mezzi di trasporto era affidata agli animali. Fino alla prima guerra mondiale erano diverse le tecnologie che venivano utilizzate e che erano studiate per trasmettere l’energia alle macchine.

Parallelamente allo sviluppo delle prime automobili e della loro diffusione nacquero i primi autolavaggi che avevano come obiettivo la cura dell’auto. Il primo nacque a Detroit, negli Stati Uniti, nel 1914, dove due imprenditori diedero vita all’autolavaggio a mano. Per poter avere il primo autolavaggio automatico si dovettero aspettare gli anni ‘60 quando i tedeschi Gebhard Weigele e Johann Sulzberger fondarono, ad Augusta, la “WESUMAT Autowaschanlagen GmbH” la prima “macchina a giostra”, come fu battezzata all’epoca, capace do lavare le macchine. Da allora fu in continua evoluzione lo sviluppo dei sistemi meccanici per pulire le automobili fino agli attuali.

I prodotti per la pulizia

Parallelamente alla nascita degli autolavaggi iniziarono a diffondersi anche i primi prodotti per la cura dell’auto. Dapprima veniva utilizzata soltanto l’acqua con qualche sapone ma con lo sviluppo di nuovi prodotti e di particolari vernici si rese sempre più necessario studiare dei prodotti specifici per la pulizia delle auto. Prodotti che nascevano direttamente nelle vasche da bagno e che poi sarebbero entrati nel mercato, come i detergenti per autoautoasciuganti. I prodotti per la pulizia dell'auto non si limitano soltanto agli shampoo ma sono presenti anche cere e lucidantiche rendono la macchina più lucida e permettono alla pioggia di scivolare con più facilità. Oltre ai detergenti per la carrozzeria sono molto importanti anche quelli per i vetri dell’auto. Prodotti che assieme ai tergivetro, sia quelli semplici che quelli che con spruzzatore, permettono di avere per più tempo una maggiore visibilità.

Non solo esterno ma anche interni

I prodotti per la cura dell’auto non si concentrano soltanto sulla parte esterna ma prendono in considerazione anche l’interno della macchina. Esistono aspirapolveriche hanno diverse forme e potenze. Da attaccare direttamente alla presa a 12v all’interno della macchina o direttamente alla presa di corrente della propria abitazione. Portatili o a bidoncino, che aspirano sia i liquidi che i solidi. Non solo per avere una maggiore pulizia è necessario usare detergenti per interniparticolari come quelli antibatterici, igienizzanti che rimuovono le macchie . Per poter mantenere la sensazione di freschezza all’interno dell’auto è necessario usare anche dei profumi.

I prezzi per i prodotti per la pulizia dell’auto partono da circa 1 € per, ad esempio, delle penne ripara graffi fino ad arrivare a 6.990 € per una macchina a vapore per la pulizia dei camion.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda