Monete francesi: una valuta poco conosciuta

Una volta c’erano la lira italiana, il franco francese, quello tedesco, la dracma greca, la peseta spagnola. Poi, il primo gennaio del 2002, è arrivato l’euro e le valute dei singoli paesi sono lentamente scomparse. Così, col passare degli anni, le monete pre euro hanno iniziato ad acquistare valore. Oltre alle monete francesi pre euro, anche quelle austriache, tedesche e greche sono diventate pian piano monete da collezione. A tal proposito, conviene andare molto cauti prima di acquistare presunti esemplari rari. Meglio rivolgersi a degli esperti di numismatica per avere la certezza che una data moneta sia effettivamente ricercata. Le monete francesi pre euro si possono trovare usate o nuove e il loro valore va da 3 € a più di 7.000 €.

Monete francesi: tra storia e collezionismo

Con la loro ricca storia, le monete francesi pre euro, d’oro e non, sono molto ricercate e costituiscono un'eccellente aggiunta a qualsiasi portafoglio di investimenti. Rappresentano un pezzo di storia e hanno un grande valore anche per gli appassionati di numismatica.

La prima moneta francese è stata coniata in Francia nel 1360. Il nome "franco" deriva dall'iscrizione latina presente sulla moneta. Questa venne dichiarata fuori corso nel 1641 e al suo posto fu introdotto il "Luigi d'oro", sebbene il nome "franco" continuò a essere utilizzato.

Grazie al sistema monetario introdotto dalla Rivoluzione francese, il franco ritornò come moneta nazionale nel 1795. Le prime monete di questo tipo vennero coniate in rame, con valori da 5, 10 e 20 centesimi.

Successivamente, con Napoleone, venne creato un sistema monetario basato principalmente su monete d’oro (40 e 20 franchi) e d’argento (1, 2 e 5 franchi). In questo sistema monetario basato sul bimetallismo, il rapporto tra oro e argento era di 1:15,5. Tale rapporto favorì il libero scambio tra Francia, Belgio Italia, Svizzera e Grecia dal 1865 fino al 1870. A partire dal 1870, la maggior parte dei sistemi monetari, incluso il sistema francese, iniziò a utilizzare l'oro come unico metallo per garantire il valore della moneta. Dopo la prima guerra mondiale, il valore delle monete francesi scese notevolmente e nel 1960 subì una grossa svalutazione.

Le monete francesi pre euro da collezione più rinomate sono i franchi francesi storici d’oro. Sebbene la loro apparenza sia mutata varie volte, hanno mantenuto sempre lo stesso peso, le stesse dimensioni e, soprattutto, la stessa quantità d’oro puro di 900/1.000.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda