Smerigliatrice, attrezzo multiuso

Compagna inseparabile di molti appassionati del fai da te, la smerigliatrice è un attrezzo dalle dimensioni contenute in grado di svolgere diversi lavori: tagliare, smussare, levigare, lucidare, affilare. Dotata di dischi intercambiabili, da scegliere a seconda della funzione da svolgere e del materiale su cui lavorare, in grado di girare ad altissima velocità, è uno strumento pratico, di facile utilizzo, che trova impiego in molteplici attività. Si rivela indispensabile per portare a nuovo cancelli e ringhiere attaccati dalla ruggine, per tagliare metalli molto resistenti, quali il ferro e l’acciaio, per eliminare eventuali sbavature una volta terminato un lavoro di saldatura e anche per levigare un mobile in legno che richiede un intervento di restauro. Nel bricolage si usa prevalentemente la smerigliatrice angolare che, avendo dimensioni ridotte, risulta più maneggevole, facilmente trasportabile e dotata di grande versatilità. In ambito professionale, invece, trova maggior impiego la molatrice da banco che è in grado di fornire una grande precisione, in particolare nello smerigliare, e di poter lavorare su superfici più ampie senza per questo rinunciare alla cura del dettaglio.

La scelta dei dischi

Grazie alla grande varietà di dischi presenti sul mercato, la smerigliatrice angolare potrà svolgere lavori molto diversi nell’arco della stessa giornata, basterà scegliere il ricambio adatto a ogni mansione. I dischi a spazzole, essendo morbidi, sono i meno aggressivi e risultano perciò adatti alla lucidatura o a levigare il legno. Quelli telati, di durezza intermedia, sono utili per tagliare metalli dallo spessore ridotto e per levigare; e, infine, quelli diamantati che, a seconda della mescola utilizzata, si prestano al taglio dei diversi materiali: plastica, legno, granito, cemento, acciaio inox o alluminio. I dischi diamantati in commercio hanno prezzi estremamente variabili, quelli economici presentano spesso degli svantaggi notevoli: maggior tempo per eseguire un taglio, una minor durata e, talvolta, tendono a deformarsi compromettendo il buon esito del lavoro. I dischi hanno diametro di 115 o 125 mm, per le smerigliatrici angolari a uso hobbistico e di 230 mm per quelle destinate a impieghi professionali. La potenza, da cui dipende la velocità di rotazione, varia dai 500 ai 2.000 watt. Vi è poi la possibilità di scegliere tra i classici modelli con filo e quelli dotati di batteria. I marchi più richiesti sono quelli leader nel settore degli utensili per uso professionale e per il fai da te: Bosch, Einhell, Makita e Metabo. I prezzi variano dai 12 € per una smerigliatrice angolare per uso amatoriale, agli 850 € per una da banco.  
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda