Ombrelli bagnati? 

Occorre il portaombrelli!Quante volte si torna a casa dopo una giornata piovosa con un ombrello fradicio? E quante volte si lascia l’ombrello fuori dalla porta o in un angolo appartato a sgocciolare, cercando di non bagnare troppo in giro?Forse una soluzione c’è: ovviamente il portaombrelli. Potrebbe sembrare un’affermazione banale, ma un portaombrelli all’ingresso di casa può essere un ottimo alleato soprattutto se posizionato in modo strategico.

Quale tipo?

Al di là della funzione, che è quella di contenere gli ombrelli, e della praticità, questi oggetti sono soluzioni salvaspazio e, se scelti con cura e attenzione, possono dare un tocco di classe all’appartamento. I principali criteri da rispettare nell’acquisto sono soprattutto legati alla capienza, alle dimensioni, allo stile. Una famiglia numerosa avrà bisogno di portaombrelli comodi, resistenti e abbastanza grandi. Una coppia potrà orientarsi su portaombrelli design, magari piccoli, originali e artistici.  È sempre una buona idea controllare la stabilità: troppi ombrelli nel contenitore sbagliato potrebbero sbilanciare il portaombrelli.

Questione di stile 

Sarebbe opportuno riuscire a scegliere un portaombrelli che si armonizzi con l’arredamento e con lo stile stile dell’abitazione. Se collocato all’ingresso il portaombrelli si vede subito, dunque è il primo elemento che parla della casa. Un allestimento domestico rustico mal si concilia con portaombrelli moderni. In tal caso, meglio optare per un complemento di antiquariato, per un portaombrelli in legno oppure per il ferro battuto. Quest’ultimo materiale si adatta anche ad arredamenti di stile classico e tradizionale, magari in tinte neutre e in forme discrete.Per case di impronta giovanile, o magari addirittura futurista, le opzioni sono tante. Si potrebbero scegliere portaombrelli moderni di metallo o addirittura di acciaio, di plastica, in colori decisi (rossi o verdi), oppure in bianco o nero. Per chi non si accontenta di acquistare un prodotto finito ma preferisce dare libero sfogo alla propria fantasia, non vi è che l’imbarazzo della scelta. È possibile ricavare portaombrelli creativi da qualsiasi oggetto si possa prestare a “contenere”: vasi decorativi, scatole di forme adatte, recipienti di materiali diversi ecc.

Prezzi e marche

In termini di modelli, forme e marche, il mercato offre una grandissima varietà. I più semplici ed economici sono senza dubbio i portaombrelli in rattan, adatti anche alla veranda o al giardino, di forma conica e abbastanza leggeri.  Alcune delle marche più diffuse sono Meliconi, Relaxdays, Umbra.  I portaombrelli hanno prezzi che partono dai 10 €-15 € per i modelli più semplici e arrivano anche a oltre 800 € per alcuni tipi pregiati o di design particolare. Il mercato dell’usato è abbastanza sviluppato e permette di risparmiare un po’. Prima di procedere all’acquisto conviene misurare bene gli spazi e calcolare con precisione l’ingombro del portaombrelli.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda