Bacchette, le protagoniste della cucina asiatica

Con la moda di prepare piatti orientali e l’apertura di tanti nuovi ristoranti di cucina asiatica, quella che prima era un’abilità di pochi è ora parte del bon ton da tavola: stiamo parlando del corretto utilizzo delle bacchette. Come è noto, le bacchette sono le posate tradizionali utilizzate in molti Paesi dell’Estremo Oriente e funzionano come una “pinza”.

Trucchi per l’utilizzo delle bacchette

Il metodo migliore per destreggiarsi con questi accessori da cucina è seguire questo piccolo trucchetto: una bacchetta rimane fissa, bloccata nell’incavo del pollice, mentre l’altra viene tenuta come una penna e sarà quella che andremo a muovere per afferrare il cibo.

Del resto, il loro design è stato concepito per agguantare piccole porzioni per volta. Per questo, le bacchette si sposano bene con piatti come il sushi (in tutte le sue varianti) o i ravioli al vapore, grazie alle loro minute dimensioni, mentre al contrario l’uso di forchette e coltello rovinerebbe questo equilibrio ben collaudato. Inoltre, le porzioni ridotte sono in linea con la filosofia orientale della misurazione e della moderazione. Questo ha anche un notevole impatto benefico sulla salute: potendo mangiare più lentamente, si ha modo di masticare meglio e di conseguenza digerire meglio.

Tipologie di bacchette per il cibo

Queste posate possono essere realizzate in diversi materiali, a seconda dell’utilizzo e delle tradizione del paese di provenienza. Le più comuni sono in legno o bambù e sono tipiche della Cina, del Giappone e del Vietnam. In particolare, le “hashi” giapponesi sono tradizionalmente laccate. I colori più diffusi sono il nero e il rosso, benché oggi sia possibile trovarne con svariate decorazioni.

Quelle fornite nei ristoranti sono dette waribashi, in giapponese “bacchette divise”. Infatti per poterle usare bisogna prima dividerle, spezzando così la barretta posta all'estremità superiore che le unisce. Questo serve a garantire la loro integrità e igiene, essendo usa e getta. Per modelli più duraturi, si può optare per le bacchette in plastica, molto comode da portare in borsa per un pranzo fuori e in genere utilizzate dai bambini per apprendere la tecnica.

Tuttavia, se si vogliono integrare delle bacchette al proprio servizio di posate personali, è l’ acciaio inox il materiale più indicato. La Corea è il paese asiatico che ha fatto delle bacchette in acciaio inossidabile una peculiarità rispetto alle altre nazioni già citate.

Per un servizio da far invidia agli amanti della cucina asiatica, sono disponibili sul mercato anche bacchette in argento. In quanto a prezzi, le bacchette sono generalmente piuttosto economiche: si va dalle convenientissime cinesi in confezioni da 10 a poco meno di 2 € a un set da due in acciaio a 9 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda