Parafreddo e paraspifferi per porte: fondamentali per il comfort e il risparmio

Molto utili per isolare efficacemente edifici e abitazioni, i parafreddo e paraspifferi per porte funzionano sia in estate che in inverno, mitigando gli effetti della temperatura esterna sull’equilibrio termico degli ambienti interni.

I prezzi variano da circa 10 € a oltre 80 € in base al modello, alla marca e ai materiali. Ne esistono anche di usati e di ricondizionati dal produttore o dal venditore; i prezzi saranno in quest’ultimo caso leggermente inferiori al nuovo.

In genere, i paraspifferi sono di forma tubulare e si incastrano alla cornice della porta, anche se non mancano i modelli biadesivi. Possono essere realizzati in schiuma oppure in stoffa. Il parafreddo è invece uno speciale nastro adesivo contenente delle sostanze termoisolanti.

Tra le marche più conosciute del settore ricordiamo la 3M, una multinazionale leader nella produzione di pellicole, e la Quantum, un'azienda inglese specializzata in articoli di ferramenta, per la casa e per il giardino.

Modelli e colori

Un aspetto negativo di questo genere di articoli è purtroppo l’estetica. Soprattutto il paraspifferi è quel genere di prodotto che si nota, andando a creare una sorta di cornice aggiuntiva che non è sempre piacevole da vedere.

Se poco si può fare sul fronte del modello (questi accessori hanno più o meno tutti lo stesso formato), è invece possibile scegliere un colore che si mimetizzi con quello delle porte. In commercio, esistono articoli che vanno dal bianco (indicato per un arredamento moderno o per la cucina) al marrone (adatto alle tradizionali porte in noce), per arrivare a quelli addirittura trasparenti.

Ricordiamo che i modelli a incastro hanno il pregio, rispetto a quelli adesivi, di non lasciare tracce di colla sulla porta nel momento in cui si decide di rimuoverli.

Parafreddo e paraspifferi per porte: funzionano davvero?

Nella categoria delle porte e accessori relativi, parafreddo e paraspifferi sono indubbiamente tra gli articoli più utili. Se applicati in modo sistematico non solo alle porte, ma anche a finestre e cassonetti delle tapparelle, assicurano un isolamento efficace dell'appartamento, con un conseguente risparmio sulla bolletta dell’energia.

Bisogna infatti calcolare che, in estate, i condizionatori d’aria vengono sovraccaricati dalla presenza di fughe di caldo in ingresso se la casa non è isolata.

Conseguentemente, ci si può aspettare un risparmio anche significativo, soprattutto per le abitazioni che non sono di classe A, o che hanno infissi datati e che andrebbero sostituiti. Infine, non va sottovalutato il comfort: eliminare gli spifferi e le perdite di calore consente di vivere in una casa calda e confortevole, con conseguente aumento della qualità della vita.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda