Una buona lavastoviglie per semplificare la vita

Tra gli elettrodomestici di maggior successo, la lavastoviglie occupa un posto di rilievo: basti pensare alla comodità di un elettrodomestico che lava i piatti al posto nostro e che magari ha dei consumi energetici bassi che consentono di risparmiare a ogni bolletta.Oggi sul mercato sono presenti numerosi modelli adatti a ogni esigenza. 

Informazioni utili e caratteristiche principali

Quali sono le caratteristiche da considerare prima dell’acquisto della tua nuova lavastoviglie? 

  • Capacità di stoviglie da poter inserire all’interno. Le lavastoviglie dotate di tre cestelli offrono più spazio di quelle che ne hanno solo due, ma se si intende usarla solo un paio di volte alla settimana - perché i piatti non sono mai troppi o inferiori a 16 coperti - allora una capienza eccessiva sarebbe uno spreco dal punto di vista dei consumi. 
  • Consumi e Classe Energetica. La classe energetica di un elettrodomestico ne indica l’efficienza in termini di consumi. Alla prima classe, o classe A, appartengono la maggior parte delle moderne lavastoviglie. La differenza sarà allora determinata dalla quantità di “+” accostati alla lettera A. La classe viene identificata calcolando 280 lavaggi nell’arco di un anno, eseguiti con il programma completo. Una buona lavastoviglie dovrebbe consumare un massimo di 2.500 litri di acqua ogni anno. 
  • Tempi di lavaggio e Rumorosità. Altrettanto performanti dovranno essere i tempi di lavaggio, che dovrebbero rientrare tra i 190 e i 210 minuti, senza superare un certo livello di decibel (tra i 40 e i 55 db), così da contenere il rumore prodotto quando l’elettrodomestico è in funzione. 
  • Bracci irroratori. Nella scelta della lavastoviglie domestica, è importante considerare anche il numero di bracci irroratori che essa possiede; un numero inferiore a tre decreterà un minore afflusso di acqua e detersivo durante il lavaggio. 
  • Programmi di lavaggio. I programmi di lavaggio più diffusi sono quello completo, quotidiano, cristallo (per stoviglie e bicchieri in cristallo o vetro), eco (per un lavaggio rapido e a minor consumo), prelavaggio e silenzioso (adatto a piatti non troppo sporchi).

Riguardo l’installazione della lavastoviglie, è utile sapere che esistono modelli di lavastoviglie da incasso, che si possono cioè posizionare all’interno di un mobile, e a libera installazione (o indipendenti), oppure le cosiddette mini lavastoviglie.  

Quanto costa una lavastoviglie? 

I prezzi delle lavastoviglie si adattano facilmente a tutte le esigenze in termini di budget. In commercio si trovano quasi sempre delle lavastoviglie in offerta, con la possibilità di acquistarne dai marchi più famosi quali Ariston, che offre lavastoviglie con prezzi a volte inferiori ai 300 €, SMEG, e Whirlpool. Una lavastoviglie Bosch ha prezzi che vanno dai 100 ai 1.300 € circa.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda