Biciclette BMX

In Italia, le biciclette BMX forse non sono così diffuse come negli Stati Uniti o in Canada, ma in anni recenti si è iniziata a vedere una forte crescita delle vendite di questo tipo di bici, non solo per essere usato nello sport, ma anche nella vita di tutti i giorni.

Le BMX devono seguire delle regole ben precise nella loro costruzione per poter rientrare nella categoria e, anche se possono essere modificate per diversi aspetti, per altri ciò non è possibile.

In questo articolo parleremo di come è fatta una BMX e di come viene usata.

Come sono fatte le bici BMX?

Questo tipo di bicicletta è stato creato per poter compiere varie azioni, tra cui salti e figure acrobatiche e, per questo motivo, è molto leggera ma allo stesso tempo solida, per resistere agli urti e alle cadute che possono verificarsi.

Rispetto ad altri tipi di biciclette, le BMX sono più piccole e le loro ruote hanno sempre un diametro di 20 pollici con freni a pinze sia dietro che davanti, spesso rimovibili. Sono fornite solamente di una marcia, al contrario delle bici da corsa e delle mountain bike, e non sono ammortizzate.

Le bici BMX, come abbiamo già detto, sono molto leggere, ma la loro caratteristica principale è sicuramente il manubrio rialzato: questo offre la massima libertà di azione a chi la guida, permettendo anche di compiere acrobazie spettacolari.

Cosa si intende per BMX?

Queste biciclette sono state create nel 1968 negli Stati Uniti e il loro nome significa Bicycle Motocross. Quest´ultimo è uno sport ciclistico a tutti gli effetti e dal 1981 vengono anche organizzati campionati continentali e mondiali.

Una classica gara ha luogo su una pista lunga dai 300 ai 400 metri, piena di curve, ostacoli, salti e dossi, come in una gara di motocross, e il tempo impiegato per completare un giro si attesta intorno ai 35 o 40 secondi.

Gli atleti possono però sfidarsi anche in altri tipi di competizioni usando questa bicicletta. Con gli anni, infatti, sono nate delle discipline freestyle, ognuna con i suoi obiettivi.

La Street, ad esempio, consiste nel compiere evoluzioni e acrobazie usando oggetti urbani come panchine, scale e corrimano, mentre la Dirt fa uso di rampe molto alte da cui l´atleta si lancia per compiere evoluzioni a mezz´aria.

In ultimo troviamo la Vert, considerata la più pericolosa perché l´atleta compie salti e acrobazie fino ad arrivare anche a 10 metri di altezza.

Quanto può costare una bici BMX?

Il costo è variabile e dipende sostanzialmente dalle caratteristiche specifiche, dai materiali e dal produttore.

Ad esempio, in commercio si possono trovare bici BMX a poco prezzo, che costano anche solamente 60 €, utili per chi si sta avvicinando a questo mondo, mentre il costo di bici più pregiate può arrivare anche a 1.550 €.

Per quanto riguarda il mondo delle bici BMX usate, questi articoli si possono trovare anche in buone condizioni a prezzi più bassi rispetto ai prodotti nuovi.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda