A cosa serve la cinghia di distribuzione dell'auto?

  • 984

“Bisogna sostituire la cinghia di distribuzione”: ecco le sei parole che non vorremmo mai sentirci dire dal nostro meccanico. Fissiamo increduli la fattura e ci domandiamo: ma, in realtà, a cosa serve la cinghia e perché è così importante?

La cinghia, o catena di distribuzione, si occupa della trasmissione del movimento dall’albero motore all’albero a camme, quindi permette alle valvole di sincronizzare il proprio movimento di apertura e chiusura con quello dei pistoni.

Beh, ora proviamo a spiegarlo, evitando il tecnichese. Immaginiamo che la nostra auto sia un cavallo. Quando giriamo la chiave di accensione è come se stessimo montando in sella, ora, però, dobbiamo trasmettere al nostro fido animale l’impulso iniziale per il movimento, magari con un comando a voce, oppure premendo delicatamente la staffa sul suo fianco.

Bene, questo è precisamente il compito della cinghia o della catena di distribuzione: trasmettere l’ordine di avviare il motore.

La catena o cinghia sono preposte all’apertura delle valvole, che consentono ai gas di entrare e uscire dai cilindri, e alla loro successiva chiusura al termine dell’operazione.

Si tratta di un organo essenziale del motore di tutte le vetture, ma, in alcuni casi, invece della catena viene installata una cinghia di distribuzione.

La vostra auto può essere dotata di catena o cinghia di distribuzione. Vediamo le differenze!

Le catene di distribuzione

La catena è una successione di anelli meccanici, del tutto simile a quella di qualsiasi bicicletta, anche se molto più resistente, grazie ai materiali impiegati nella produzione – in genere leghe metalliche – e al maggiore spessore.

In teoria, le catene si dimostrano molto più durature delle cinghie. Gli esperti consigliano di sostituirle ogni 250.000 chilometri, più che altro per prevenzione, perché, in effetti, è davvero poco probabile che possano rompersi.

Le cinghie di distribuzione

Le cinghie, invece, sono fasce continue, realizzate in gomma o nylon gommato, la cui faccia interna è ricoperta da scanalature preparate per ingranare alla perfezione con i denti delle pulegge, in pratica, le sostitute dei pignoni nei sistemi a catena.

Con il tempo (e i chilometri) le cinghie di distribuzione si usurano, creando slittamenti che finiscono per danneggiare (anche seriamente) il corretto funzionamento del motore.

Si consiglia, quindi, di sostituire la cinghia ogni cinque anni o dopo aver percorso 70.000 - 120.000 chilometri.

Cosa comporta la rottura della catena di distribuzione?

La rottura o un taglio inatteso della cinghia di distribuzione provoca la perdita di sincronizzazione del motore. Di conseguenza, il pistone colpisce le valvole e può arrivare a piegarle, poi a spezzarle. Anche i pistoni possono subire danni irreparabili e il risultato di questo inconveniente tecnico - troppo spesso - è la morte prematura del nostro amato motore.

Per evitare questo incubo, eBay Auto e Moto ci offre una vasta selezione di catene, cinghie e kit di distribuzione. Li troviamo all’interno della sezione Auto, moto e altri veicoli in Auto: ricambi.