Winnie The Pooh

Nel 1926 nasceva, dalla penna di uno scrittore inglese chiamato Alan Alexander Milne, il personaggio di Winnie The Pooh. Il tenero orsacchiotto avrebbe riscosso un enorme successo nel corso degli anni diventando, in seguito alla morte del suo creatore, uno dei personaggi più famosi della Walt Disney e più amato dai bambini di tutto il mondo.

Milne creò il suo personaggio più famoso basandosi sui giocattoli del figlio Christopher e sull’amore che questo e molti altri bambini di Londra provavano per il cucciolo di orso ospitato nello zoo cittadino. Il nome del cucciolo di orso era proprio Winnie, lo stesso che Christopher diede poi al suo orsacchiotto di pezza. Col passare delle notti e delle fiabe raccontate al figlio, Milne finì per riportare sulla carta le fiabe da lui create. Radio e giornali iniziarono a diffondere le fiabe per bambini di Milne, il quale iniziò a raggrupparle in un romanzo componendo così la sua opera maggiormente conosciuta.

L’interesse per il personaggio di Winnie The Pooh diede inizio alla produzione di gadget e orsacchiotti a sua immagine, così da accontentare i bambini di tutto il mondo e mettere al loro fianco il personaggio più amato. Oggi, molti di questi articoli sono oggetto di collezione grazie alla loro rarità e al periodo di fabbricazione, spesso antecedente gli anni ‘70. Al pari dei giocattoli da collezione della Pantera Rosa o di Braccio di Ferro, quelli di Winnie sono ambiti e ricercati, nonostante quelli vintage siano piuttosto rari. Un disegno di Winnie e di Pimpi, il suo amico maialino, creato nel 1932 e mai pubblicato, ha raggiunto un valore superiore a 40.000 €. Non si tratta di un caso isolato; fumetti e giocattoli d’epoca raggiungono spesso queste cifre, le quali possono anche crescere con il passare degli anni.

Collezionare gadget di Winnie The Pooh

Tra i vari personaggi Disney da collezione, Winnie e i suoi amici sono quelli che vengono tutt’oggi riprodotti in maggior numero. Quaderni, agende, portachiavi e pupazzi sono tra i gadget più comuni.

I peluche degli anni ‘50 e ‘60 sono piuttosto rari. Alcuni di questi hanno sembianze diverse dal personaggio dei cartoni animati moderni e possono valere più di 50 €. Tra i collezionisti più famosi si trova Deb Hoffman, una donna che ha collezionato più di 10.000 articoli dedicati a Winnie The Pooh, arrivando a spendere oltre 100.000 € ed entrando nel Guinness dei Primati.