Utensili da cucina per il campeggio

Uno dei problemi che si pongono quando si opta per una vacanza in campeggio, è quello di dove e come mangiare. Sicuramente, si può decidere di farsi stuzzicare il palato dai vari ristoranti della zona, che proporranno gli ottimi piatti della cucina locale ma, se non si vuole spendere una fortuna, è meglio attrezzarsi con pochi e pratici strumenti che permettano di cucinare direttamente in campeggio.

Cucinare in campeggio: l´indispensabile fornello

La prima cosa di cui si ha assolutamente bisogno per creare una cucina da campeggio è un fornello. In base al tipo di vacanza che si ha in mente, del numero di persone che si divideranno il cibo e della durata della gita, il fornello assumerà caratteristiche differenti.

Se si tratta di una breve escursione durante il fine settimana, sarà possibile dotarsi di un semplice fornelletto a fuoco singolo compatto, da utilizzare con piccole bombole di gas reperibili nei mini market di qualsiasi campeggio.

Se la vacanza intende invece protrarsi per più giorni e soprattutto se si dovrà cucinare per parecchie persone, sarà senz´altro meglio premunirsi, come minimo, di un fornello a due fuochi, quando non addirittura di un Party Grill, come quello venduto da Campingaz (prezzi a partire da 65 €), che permette la cottura tanto su piastra che a fuoco vivo.

Per chi non riesce proprio a rinunciare alla griglia, c´è poi la possibilità di dotarsi di un vero e proprio barbecue, alimentato a gas (il costo si aggira tra i 20 € e i 300 €), che può essere acquistato anche usato, per un risultato da vero chef.

La soluzione per conservare i cibi: il frigorifero

Altro oggetto che non può proprio mancare nell´attrezzatura da campeggio, è il frigorifero da viaggio. Ne esistono di tante tipologie, dai più piccoli e compatti a quelli più capienti, che riescono a contenere anche 48 litri. Essenziale è acquistarne uno dotato di cavo, da connettere alla presa accendisigari dell'automobile. Alcuni frighi consentono di mantenere freschi solo quegli alimenti che sono stati già raffreddati preventivamente in un frigo tradizionale, ma i migliori sono quelli a basso consumo energetico, che possono essere collegati alla presa elettrica presente sulla piazzola del campeggio. Anche in questo caso, i prezzi sono molto variabili e possono andare dai 50 € ai 300 €.

Altri accessori per il campeggio: pentole e stoviglie

Dopo aver scelto frigo e fornello, sarà la volta di acquistare pentole, piatti, posate e bicchieri. Certamente si possono utilizzare, a piacere, anche le stesse stoviglie che utilizziamo quotidianamente fra le mura di casa, ma quelle per il campeggio presentano a volte qualche piccola accortezza che le rende più adatte alle circostanze.

Le pentole da campeggio, ad esempio, sono spesso dotate di un fondo che consente la cottura anche su piani a induzione elettrica, o che migliora la conduzione del calore in modo da permettere ai cibi di cuocere più rapidamente. I materiali, inoltre, sono studiati appositamente per resistere a eventuali urti o cadute. Un set di pentole da campeggio, nuovo o usato, può costare dagli 8 € fino ai 180 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda