Annaffiare il giardino grazie ai tubi per l’irrigazione

Curare un vasto giardino può risultare un impegno oneroso; tuttavia, possedendo i giusti attrezzi, molte attività pesanti vengono alleggerite (con nostra grande fortuna!).

Questo riguarda specialmente quelle operazioni quasi quotidiane, come l’irrigazione. C’è chi ricorre a un sistema di irrigazione automatico, soprattutto quando l'area da coprire è molto ampia. Quando l’automazione non è praticabile, bisogna tornare al buon vecchio tubo.

I tubi di irrigazione sono un metodo sempre valido per prendersi cura del manto erboso, grazie alla versatilità e flessibilità che li caratterizza. Al contrario dei classici innaffiatoi, adatti solo per piante da vaso, permettono di innaffiare larghe porzioni di terreno, senza grossi sforzi. Sono estremamente facili da usare e possono essere facilmente sostituiti quando rovinati.

Come scegliere il tubo adatto

Prima dell’acquisto di un tubo, esistono diversi fattori da considerare, tra cui: lunghezza, materiale, flessibilità e tipo di giunture.

In fatto di lunghezza, meglio evitare di cadere nel tranello del “tubo più lungo”, per almeno due motivi: primo, perché potrebbe essere molto pesante da trasportare, e secondo, perché la pressione dell’acqua potrebbe essere inferiore. Per determinare qual è la lunghezza ideale per il vostro tubo, misurate la distanza verso il punto più lontano dal rubinetto e optate per una dimensione leggermente più grande.

I materiali disponibili sul mercato possono variare tra gomma, vinile e PVC. Quest’ultimo in particolare, è il materiale più leggero ed economico e può quindi rappresentare una soluzione ottimale per attività di giardinaggio poco impegnative.

Va da sé che un tubo da giardino debba essere flessibile, ma quanto? Per scoprire se un tubo possiede il giusto livello di flessibilità, basta piegarlo ad U: se si piega troppo, non è affidabile.

Infine, si deve considerare il tipo di raccordo che lo tiene fisso al rubinetto. Queste giunture possono essere in plastica o in ottone.

Tipologie e prezzi

Per una guida rapida sui prezzi, è bene comprendere a grandi linee le tipologie più diffuse di tubo da giardino.

I tubi più economici sono i cosiddetti tubi leggeri, realizzati in vinile, che si addicono a un giardino dalle scarse esigenze. Il prezzo medio si aggira attorno ai 10 € - 15 €.

I tubi piatti flessibili ricordano molto quelli utilizzati dai vigili del fuoco, poiché si gonfiano quando sono pieni d’acqua e diventano piatti quando sono vuoti. Il costo oscilla tra i 20 € e i 30 €.

Infine, la tipologia più utilizzata per l’irrigazione è il tubo soaker, che presenta parti ruvide con migliaia di piccoli fori. Va infatti posizionato direttamente sul terreno per un’irrigazione omogenea. Per acquistare un tubo soaker si possono spendere tra i 20 € e i 50 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda