Gruppo termico del motore e importanza del sistema di raffreddamento

Per gruppo termico s'intende il complesso costituente il motore delle moto: testata, cilindro e pistone. Durante il funzionamento, il motore produce una significativa quantità di calore che deve essere smaltita; per assicurare il corretto funzionamento del mezzo, infatti, è fondamentale evitare il surriscaldamento delle parti nonché il rischio di fusione.

Le temperature eccessive possono deteriorare le componenti della moto: le parti metalliche, per esempio, faticano a mantenere resistenza e durezza oltre una certa gradazione (l'alluminio si dilata e questo cambiamento incide sulla performance del motore).

Il sistema di raffreddamento è un impianto articolato, costituito da diversi elementi interconnessi (ventole, filtri, tubi per l’aria) e ha proprio il ruolo di mantenere la temperatura del motore a una gradazione accettabile.

A questo sistema di sicurezza, si affiancano termometri e spie che segnalano la temperatura diretta del motore, consentendo di monitorare il funzionamento del sistema di raffreddamento, verificare la presenza di eventuali guasti e intervenire tempestivamente in caso sia necessaria una manutenzione.

Componenti del sistema di raffreddamento

La categoria dei tubi per l'aria per moto comprende i collettori d'aspirazione. Acquistabili singolarmente o in kit, consentono l'allacciamento tra le varie parti del motore e possono essere in gomma o in metallo pressocolato.

I modelli differiscono tra loro per funzione (possono servire per connettere la scatola dell'aria al carburatore o al motore oppure per collegare il cilindro al tubo di scarico) o forma (rettilinei o curvi). La superficie interna è liscia, per consentire il passaggio dell'aria senza ostacoli di sorta.

Altre componenti della categoria sono: i gommini tampone per gli sportellini laterali dei motori e i manicotti per la cassa del filtro d'aria e del carburatore, tendenzialmente in gomma o in alluminio pressofuso. Alcuni accorgimenti possono contribuire a rendere il sistema di refrigerazione più performante, come l'utilizzo di tubi in alluminio (che si raffreddano con la velocità), l'applicazione di convogliatori o l'aggiunta di radiatori supplementari.

Una scelta molto vasta

Il mercato dei ricambi per moto propone una vasta scelta di tubi per l'aria per moto, reperibili sia nuovi che di seconda mano: l'usato può rivelarsi prezioso per chi cerca ricambi ad oggi fuori produzione o vintage.

In termini di prezzo, ogni categoria di prodotto ha fasce specifiche: un manicotto per carburatore nuovo e nella confezione originale, per esempio, si può trovare a 15 €, mentre un kit di collettori per aspirazione, nuovo e mai usato, può aggirarsi intorno ai 90 € (in entrambi i casi, i costi possono variare in relazione allo stato di conservazione del prodotto e al modello di riferimento). Per i tubi di sfiato, il prezzo parte da 1 €, mentre una trombetta di aspirazione completa può arrivare a costare 700 €.