Toppe e patch militari da collezione

Quando si parla di collezionismo si può fare riferimento a una moltitudine diversa di oggetti: figurine, francobolli, libri e via dicendo. Di questa categoria fa parte anche la militaria, ovvero tutti gli oggetti che appartengono al mondo militare, tra cui attrezzature, documenti, mappe e in particolare le toppe e le patch. Sono solitamente degli emblemi che vengono apposti sui vestiti dei militari e hanno vari significati in base alla forma e al disegno.

Il loro prezzo varia in base alla rarità, da circa 1 € o 2 € fino ad arrivare ai 400 € per gli emblemi più rari. In alcuni casi, il prezzo può addirittura superare i 2.000 € per le toppe di estrema rarità. Questi articoli si trovano in commercio sia nuovi che usati.

La storia delle toppe militari

Questo tipo di riconoscimento tra soldati non è sempre esistito. Nasce nella Prima guerra mondiale con le toppe militari americane, create dal Generale John Pershing come segno di distinzione delle diverse unità militari, per creare un senso di appartenenza alla propria sezione e anche per specificare sotto quale comandante una certa persona stava servendo.

Ma è durante la Seconda guerra mondiale che vengono accettate uniformemente da quasi tutti gli eserciti e ad oggi ci sono regole specifiche su come e dove indossare le toppe militari. Da quel momento, questo articolo è entrato nel vestiario anche delle divisioni non militari, come polizia, vigili del fuoco e guardie forestali, ognuna con toppe di riconoscimento della divisione di appartenenza all´interno dello Stato.

Le toppe in Italia

Le patch militari italiane sono un articolo da collezione molto ricercato e ne esistono molti tipi diversi, uno per ogni divisione dell´esercito militare italiano. Ad esempio, possiamo trovare patch e toppe che rappresentano le sezioni degli Alpini, o altre patch dell´aeronautica militare italiana. Solitamente, sono colorate e riportano disegni simbolici, che rappresentano una specifica unità. Molte volte, vi vengono raffigurati degli animali, ognuno dei quali ha un significato particolare, come il coraggio e l´immortalità per il leone o la protezione per l´orso.

Queste toppe hanno un modo specifico di essere indossate: sulla manica destra della divisa viene cucita la toppa della divisione con cui si è entrati nella zona di guerra o in combattimento, e rimane lì per sempre. Sulla manica sinistra invece si trova la toppa della divisione con cui si sta servendo al momento, e cambia di volta in volta.

Le toppe personalizzate

Molte persone usano anche le toppe da collezione come esempio o spunto per creare patch militari, magari con simboli che hanno un certo significato o frasi e battute conosciute solo nel proprio gruppo di amici. Tra i molti usi di queste patch c´è sicuramente quello nelle divise da soft air, che possono contenere il proprio nome (o soprannome di guerra) e un disegno volto a riconoscere la propria squadra all´interno del gioco. Per comodità, esistono anche le patch termoadesive, che si incollano direttamente alla divisa attraverso il calore, senza bisogno di doverle cucire con ago e filo.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda