Timer per camera oscura

L´idea del colore della lampadina rossa, l´odore dei chimici e l´immagine che poco a poco comincia a comparire sulla carta, prima o poi inizia ad affascinare tutti gli amanti della fotografia analogica.

Allestire una camera oscura in casa non è impossibile, ma è importante avere il necessario per poter lavorare in tranquillità, anche quando si tratta solo di un hobby.

Tra chimici, carta, il fondamentale ingranditore fotografico e altri accessori che vedremo più avanti, il timer gioca un ruolo importante: questo apparecchio consente infatti di esporre l´immagine con tempistiche molto precise.

Tipologie di timer per camera oscura

Come accennato, il timer per la camera oscura è un accessorio molto utile, perché consente una misurazione del tempo meticolosa. Alcuni modelli arrivano a 0,1 secondi.

I prezzi per questi articoli vanno da circa 25 € per un semplice timer "countdown" a quasi 200 € per il timer elettronico del marchio Paterson, che consente di ottenere una misurazione molto precisa. Inoltre, non è difficile trovare questi articoli anche usati.

L´ideale sarebbe collegare il timer all´ingranditore, cosicché la lampadina possa spegnersi allo scadere del tempo, oppure acquistare un pedale con cui bloccare l´esposizione.

Alcuni di questi apparecchi sono digitali e danno la possibilità di aggiustare la luminosità dei numeri (illuminati di rosso), così da interferire il meno possibile con il lavoro.

Altri timer, invece, sono in grado di mostrare la gamma tonale della stampa in bianco e nero e sono provvisti di densitometro, caratteristiche che consentono di trovare la giusta esposizione durante le prove di stampa.

Quali sono i tempi di esposizione?

Proprio come avviene per la ripresa, anche durante lo sviluppo fotografico in camera oscura bisogna fare i conti con i tempi.

Una stampa in bianco e nero soddisfacente dovrebbe racchiudere l´intera scala dei grigi, dal bianco al nero. Talvolta, i negativi non sono abbastanza contrastati e bisogna quindi ricorrere a della carta dal contrasto elevato. Nella situazione inversa, invece, la carta dovrà essere a basso contrasto.

Un modo per decretare il corretto tempo di esposizione è quello che viene definito "provino a scalare": ovvero viene esposta la striscia di un foglio di carta a media gradazione per volta, con tempistiche diverse (ad esempio: 5, 10, 15, 20, 25, 30 secondi) e si esegue lo sviluppo. In questo modo, si ha la possibilità di avvicinarsi al tempo di stampa ideale.

Tutto l´occorrente per stampare le fotografie a casa

Riuscire a trovare una camera oscura usata, ovvero con tutto l´occorrente di cui si ha bisogno per cominciare, non è difficile, ma anche acquistare i singoli componenti non è poi una sfida impossibile.

Oltre al timer, avrete bisogno di un termometro per misurare la temperatura dell´acqua, caraffe graduate, misurini e cilindri, per essere sicuri che le miscele di prodotti chimici e acqua rispettino le giuste proporzioni.

Per quanto riguarda gli altri accessori indispensabili, è possibile trovare in commercio degli ingranditori anche usati. Bacinelle e pinze vi serviranno per i bagni e per l´asciugatura, mentre i filtri e le carte vi aiuteranno a ottenere un risultato perfetto.