Stampanti e testine di ricambio

Le stampanti a getto d’inchiostro, presenti negli uffici e nelle abitazioni sin dagli anni ‘90, sono i modelli più comuni in quanto efficaci e dai prezzi inferiori rispetto alle stampanti laser. Il loro funzionamento è apparentemente semplice: il foglio viene inserito dall’alto per uscire verticalmente dalla parte opposta grazie a dei rulli interni; man mano che la carta segue il suo percorso, l’inchiostro viene rilasciato dagli ugelli posti sulle testine di stampa, le quali, azionate da un motore apposito, si muovono in linea orizzontale stampando una riga ogni mezzo secondo sul foglio. L’inchiostro viene rilasciato sui fogli attraverso una tecnologia termica che sfrutta il calore oppure tramite una tecnologia chiamata piezoelettrica, sviluppata da Siemens ed Epson, spesso considerata più longeva della prima.
Le testine sono l’elemento della stampante da sostituire con più frequenza. L’usura delle testine dipende da svariati fattori; in primis, lo stesso funzionamento meccanico, a prescindere dal metodo di rilascio d’inchiostro utilizzato, provoca un naturale consumo. In secondo luogo, l’inchiostro tende a seccarsi, specie quando non utilizzato per più di 3 o 4 settimane. Nei modelli di stampanti più recenti, la pulizia delle testine e dei loro ugelli avviene in modo automatico, attraverso un apposito programma che dà modo di verificare la qualità di stampa e, se necessario, ripetere la stessa operazione fin quando il risultato sarà ottimale.

Le testine non sono universali

Ogni stampante richiede un determinato tipo di testine. Solitamente, i modelli Canon, come la famosa Pixma, hanno una testina integrata posta sotto le cartucce di inchiostro che va sostituita completamente, al pari di quasi tutti i modelli Epson. Il loro prezzo, in base al modello di stampante, si attesta intorno ai 70 €. Il prezzo leggermente inferiore per le testine di ricambio Lexmark. Se preferite risparmiare, esistono una serie di marchi meno conosciuti che producono testine compatibili con le maggiori marche di stampanti con prezzi a partire dai 15 €.

Cambiare la testina

Cambiare la testina è una procedura semplice, veloce e sicura. Nei modelli HP OfficeJet Pro, tra i più acquistati e apprezzati, l’estrazione della testina di stampa avviene in pochi istanti. Allo stesso modo, l’inserimento della nuova testina, una volta rimossi i coperchi di protezione, è facile e richiede il solo posizionamento nell’apposito alloggiamento, la messa in posizione del fermo e la chiusura del coperchio superiore della stampante. Come capire che è il momento di sostituire le testine? I modelli più avanzati di stampante comunicano attraverso il display o il driver installato nel PC, informandoci quando è il momento di sostituire o eseguire la manutenzione della testina ancor prima che si verifichino dei problemi di stampa.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda