Ne hai uno da vendere?

Fallo vedere a milioni di acquirenti
Terrario per rettili

Terrario per rettili: per tartarughe, serpenti & co.

Il terrario è l’equivalente di un acquario per i pesci: ricrea più o meno fedelmente l’ambiente naturale di serpenti, tartarughe d’acqua e di terra, ragni e altri insetti. Oltre ad assecondare i bisogni specifici degli animali, il terrario per rettili spesso ha anche una funzione estetica. Nessuno vuole tenere la propria tartaruga d’acqua in un terrario per rettili completamente spoglio o il proprio serpente in un terrario foderato di carta di giornale! Trova qui tutto il necessario per realizzare un terrario per rettili bello per te e comodo per il rettile che ospita.

Quali specie allevare in un terrario per rettili?

Prima di pensare di allevare un rettile, informati sulle leggi in materia e su quale specie è legale avere in casa. Nel terrario per rettili possono essere allevati:

  • Tartarughe: sia acquatiche (per le quali è necessario uno speciale terrario per rettili con una zona umida e una zona asciutta) che terrestri. Le tartarughe terrestri possono essere tenute anche in giardino con un apposito recinto. Se non hai un giardino puoi tenerle comunque in un terrario per rettili.
  • Serpenti: richiedono un terrario speciale e poche cure quotidiane, dato che mangiano una volta a settimana e sporcano poco il terrario per rettili. Tuttavia per nutrirli potresti doverti procurare piccoli roditori vivi o congelati.
  • Sauri: iguane, gechi, varani, lucertole, camaleonti. Per ognuno di questi sauri è necessario un terrario per rettili apposito che deve essere pulito con regolarità dato che i sauri, a differenza dei serpenti, sporcano parecchio. Per contro l’alimentazione a base di insetti e/o frutta è più facile da gestire, sebbene più frequente.

Cosa serve per creare un terrario per rettili?

Dipende dalla specie. Per i rettili che hanno bisogno di calore il rettilario deve avere un sistema di riscaldamento in una zona del terrario, in modo che l’animale possa scegliere quando scaldarsi. Per alcune specie potrebbe servire anche una lampada ai raggi UVB per evitare l’insorgenza di malattie da carenza di vitamina D. In alcuni casi è opportuno dotare il terrario per rettili anche di un igrometro o di un regolatore di umidità.

Quale substrato usare in un terrario per rettili?

Come substrato puoi usare anche semplicemente carta di giornale e carta assorbente. Tuttavia esistono substrati appositi più belli da vedere per ricreare l’ambiente naturale del tuo rettile. Si va dalla torba alla sabbia del deserto, passando per basi decorative in materiale sintetico.