Come funziona un impianto di scarico per moto

La combustione che avviene all’interno del motore delle moto produce dei gas che, attraverso i collettori(appositi dispositivi all’interno dei quali questi si incanalano), arrivano al catalizzatore (che ha l’importante funzione di abbattere le emissioni nocive dei gas), per essere poi espulsi attraverso i terminali di scarico.

Questa impianto è fondamentale in quanto dalla forma, dal peso e dalle dimensioni del sistema di scarico dipendono le prestazioni della moto stessa, che possono anche cambiare notevolmente; proprio in ragione dell’importanza dei terminali, anche il loro posizionamento (può essere, ad esempio, sotto il motore o sotto il codone) è attentamente studiato e personalizzato in base alle diverse necessità e a seconda del tipo di moto che si possiede.

Sostituzione di terminali e marmitte per moto

La sostituzione di terminali e marmitte per moto è piuttosto frequente; le ragioni possono essere diverse.

I pezzi originali (già montati sulla moto al momento dell’acquisto), vengono generalmente sostituiti per tre motivi principali: aumentare le prestazioni della motocicletta, ridurne il peso o variare il suono del motore (solitamente rendendolo più potente); per far ciò, si può sostituire soltanto il terminale o tutto il sistema di scarico, a seconda del tipo di risultato che si vuole ottenere e, naturalmente, della cifra che si desidera spendere per apportare queste modifiche.

Da non sottovalutare anche l’estetica: i terminali sono disponibili, infatti, in un’ampia gamma di colori, che vanno dai classici colori argentoo nero, a quelli più accesi ed estrosi, come il rosso

Tipi di terminali di scarico per moto

Esistono diversi tipi di terminali per moto, che si distinguono per una serie di caratteristiche.Una prima differenza riguarda innanzitutto il numero: può esserci soltanto una marmitta, così come due (in totale o per lato).

Diversi possono essere i materiali in cui i terminali sono realizzati; tra questi, l’acciaio inox, l’alluminio o la fibra di carbonio. Il materiale più performante è indubbiamente il titanio, di cui sono composti la maggior parte degli impianti di scarico.

Oltre a scegliere le caratteristiche che si desiderano, nell’acquisto e nella sostituzione dei terminali di scarico è importante prestare attenzione alla marca del veicolo che si possiede (come Honda, Triumph, Suzukie Kawasaki), in quanto ciascuno ha esigenze diverse.

Tra i prodotti dei vari brand si distinguono gli scarichi Galassetti, o quelli Yamaha, Titan, LeoVincee MIVV.

Il prezzo degli scarichi per moto va da 20 € circa (per terminali base o usati) a oltre 1.000 € per i modelli più avanzati.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda