Tavolini d´antiquariato

Con il termine antiquariato si intende la raccolta e il commercio di oggetti antichi. La tendenza a riportare in vita oggetti del passato da indossare o da inserire nelle proprie case o attività commerciali coinvolge tantissime persone, dalle fashion victim agli appassionati di interior design.

Una delle ultime tendenze è quella di creare mix originali accostando pezzi contemporanei a prodotti provenienti direttamente dai tempi antichi: sia nel mondo della moda che in quello del design di interni, contaminazione è la parola d´ordine.

Scegliere un mobile d´antiquariato, tuttavia, non è impresa semplice, specie per un neofita: non è raro imbattersi in falsi, riproduzioni o mobili in stile antico spacciati per autentici e, dunque, venduti a un prezzo più alto rispetto al loro reale valore. Inoltre, un mobile antico può necessitare di interventi più o meno importanti di restauro, il che fa lievitare il prezzo complessivo del pezzo scelto.

Come scegliere un tavolino d´antiquariato

Quando si è alla ricerca di mobili antichi, è bene conoscere e saper riconoscere i diversi stili che rientrano nella categoria di antiquariato. Per tavolini antichi si intende generalmente quelli appartenenti a un´età compresa tra il Settecento e il Novecento, mentre per quelli risalenti al periodo a partire dagli anni `40 del secolo scorso si può parlare di modernariato.

Stili a confronto: l´Ottocento

I tavolini dell´Ottocento possono appartenere a diversi stili in base al periodo e all´area di realizzazione. Lo stile Impero era quello dominante nel primo decennio del secolo, con omaggi a Napoleone e ai simboli dell´aquila e dell´alloro e decorazioni a forma di vittorie alate, sfingi, cariatidi, colonne. Un tavolino originale in stile Impero può arrivare a prezzi di 2.500 €, ma non mancano riproduzioni d´epoca a partire da 25 €.

Lo stile Luigi Filippo appartiene agli anni `30-´50 dell´Ottocento e comprende tavolini antichi in noce, mogano o rovere dalle forme pesanti, con decori di palmette e foglie. Più o meno allo stesso periodo attiene lo stile Biedermeier, a cui appartengono mobili dalle linee semplici con decori a losanghe, rettangoli e arabeschi vegetali.

Alla fine del secolo, risale lo stile Liberty o floreale, conosciuto anche come Art Nouveau: a questo appartengono tavolini da salotto con decorazioni floreali e dalle linee esili ed eleganti.

Stili a confronto: il Novecento

La prima metà del Novecento è dominata dall´Art Déco, uno stile in cui le geometrie e il mix di materiali quali alluminio e acciaio inox, pelle di squalo e zebra dominano nel mondo dell´arredamento, creando pezzi estremamente originali e molto diversi dai gusti del secolo precedente.

Quasi a contrasto con l´affermazione di queste tendenze modernizzanti, le classi contadine dei primi del Novecento arredavano le proprie case con mobili in stile rustico, dalle forme semplici e robuste.

Dal tavolo basso alla consolle

Acquistare un tavolo d´antiquariato è una scelta di gusto e stile che può assolvere anche a funzioni pratiche in base all´utilizzo che se ne intende fare. Un tavolino basso antico da salotto sarà perfetto da posizionare tra divano e poltrone per dare un tocco sofisticato al proprio soggiorno, mentre un tavolo console d´antiquariato potrà essere posizionato all´ingresso per dare il benvenuto agli ospiti con stile.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda