A cosa serve uno switch KVM

Si tratta di connettori per apparecchi informatici, la sigla KVM sta letteralmente a indicare “kastiera (k), video e mouse”. Gli switch KVM sono dei dispositivi hardware che si utilizzano per collegare insieme più computer al fine di controllarli con un’unica tastiera e mouse e con output video su un solo monitor.

Sono utili quando si vuole passare velocemente da un computer all’altro, per esempio in un ufficio, oppure se si è acquistato un nuovo computer per la casa, ma quello vecchio è sempre in funzione e non si vuole “pensionare”.

Quando si collegano delle cpu ad uno switch, la scelta del dispositivo avviene attraverso dei pulsanti sul pannello frontale, oppure attraverso una scorciatoia sulla tastiera o con un software di windows.

Gli switch sono in genere costituiti da una scatola esterna in alluminio o plastica e dalle prese per i cavi che andranno poi collegati al pc e ai dispositivi hardware da usare per comandarli. Alcuni switch KVM possono funzionare tramite LAN o WAN, sono connettori di una generazione più recente che permettono di gestire i server-pc tramite la rete.

Come scegliere lo switch KVM

Al momento di effettuare l’acquisto di uno switch KVM esistono molti fattori da tenere in considerazione. Innanzi tutto, bisogna pensare al numero di computer che si desidera collegare, si può partire da un minimo di 2 fino ad un massimo di 32 computer. Scegliere i cavi KVM in base alle porte presenti sui dispositivi hardware da collegare (tastiera, mouse e monitor), per esempio potrebbero collegarsi via USB e/o PS/2, oppure via cavi Cat5, per le connessioni di rete. Nel caso in cui vogliate creare un accesso condiviso ad un monitor, dovrete tenere presente la risoluzione dello stesso. L’ideale è scegliere uno switch KVM che supporti tutte le risoluzioni standard.

Alcuni switch KVM dispongono di un display al LED che indica lo status dei computer collegati, inoltre hanno la possibilità di passare manualmente, tramite un pulsante, da un dispositivo all’altro.

Esistono anche delle console KVM: queste comprendono un monitor con tastiera e mouse al quale si possono collegare diversi computer.

Anche il range di prezzo varia molto in base alle caratteristiche, si va da 5 €, per uno switch con 2 ingressi VGA, fino a oltre 1.000 € per una console o una centralina con più ingressi o con particolari connettori.

Per chi necessita di dispositivi più complessi, una buona opzione potrebbe essere acquistare un usato o ricondizionato, in questo modo sarà possibile risparmiare, ma allo stesso tempo si avrà un prodotto di qualità.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda