Stoviglie e biancheria da cucina

Quando si comprano le stoviglie e la biancheria da cucina, bisogna valutare i diversi materiali di fabbricazione, per conoscere quali di questi possono essere più adatti alle proprie esigenze.

Piatti

  • Ceramica: deriva da un impasto di argilla e terre naturali cotto in forno. È un materiale economico e per questo ha molta diffusione. L’unico svantaggio della ceramica è che se si crea una crepe è da buttare, poiché potrebbe rilasciare del piombo.
  • Porcellana: è uno dei più importanti e pregiati prodotti ceramici. È apprezzato per le sue qualità: durezza, lucentezza e resistenza all'invecchiamento, ma è un materiale anche molto delicato.
  • Vetro: molto usato negli anni 70-80, può essere trasparente o colorato. Non essendo poroso, è totalmente igienico, in quanto non trattiene batteri.

Il prezzo di un piatto da cucina può oscillare tra 1 € e 15 €.

Bicchieri

Il vetro e il cristallo sono i materiali più utilizzati. Il primo è il più diffuso e, oltre a quello semplice, esistono il vetro temperato e il duralex, resistenti agli sbalzi termici e definiti infrangibili (non si rompono, ma si possono sbeccare). Il cristallo è il più trasparente, quindi più pregiato. Il prezzo di un bicchiere è compreso tra 1 € e 170 €.

Pentole e padelle

  • Acciaio inox: è il materiale migliore per le pentole da cucina, in quanto non si altera, conserva il calore e non contiene nickel, responsabile di allergie.
  • Alluminio: viene usato per le pentole, garantisce leggerezza e buona conduttività termica. Questo materiale, però, se a contatto prolungato e a temperatura ambiente con prodotti acidi o salati, favorisce il passaggio del metallo nell’alimento. Quindi bisogna stare attenti a non lasciarli a contatto con il cibo per più di 24 ore e di conservarli sempre in ambienti refrigerati.
  • Ceramica: il tipico rivestimento in teflon delle padelle, considerato cancerogeno, è stato sostituito da un rivestimento in ceramica, più ecologico e salutare, sempre e quando nella sua fabbricazione non siano stati usati smalti o sostanze tossiche.

I prezzi delle pentole e padelle variano dai 10 € ai 250 €.

Tutti i materiali citati utilizzati per la realizzazione di stoviglie sono lavabili in lavastoviglie (con molta attenzione per i bicchieri di cristallo) e adatti per microonde.

Tovaglie

Le tovaglie in tessuto sono pratiche e funzionali, possono essere di stoffa o poliestere.

La tecnologia ha migliorato molto questo tipo di prodotto: alcune, per esempio, sono realizzate con fibre naturali che evitano la stropicciatura e, quindi, la stiratura. Si può anche optare per quelle rivestite di acrilico o resinati, che resistono benissimo sia alle macchie, sia all'acqua.

Una tovaglia può costare tra 1€ e 2.300 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda