Sollevatore per moto

Amare la propria moto vuol dire anche prendersi cura di ogni aspetto del suo motore, telaio e carrozzeria.

Sono in molti a dover fare riferimento alle officine specializzate per piccole modifiche o riparazioni di ogni sorta. Altri fortunati hanno la conoscenza e il tempo di dedicarsi alla riparazione e manutenzione del proprio veicolo nel proprio garage.

Se alcuni punti sono raggiungibili bloccando la stabilità attraverso cavalletti alzaruota, la maggior parte delle volte bisogna sollevare il mezzo, proprio come si fa con le auto per raggiungere i punti più impervi del mezzo stesso.

Il ponte sollevatorediventa in questo caso lo strumento fondamentale per sollevare la moto e ottenere così una visione a 360° di ogni suo componente esterno e potendo lavorare su qualsiasi altro componente.

Come funziona?

L’utilizzo di un ponte sollevatore appare semplice sin da subito; tuttavia, non bisogna sottovalutare la sicurezza nell’utilizzo e l’importanza di prendere tutte le precauzioni necessarie, specie se non si è dei professionisti del settore meccanico.

Alcuni modelli permettono di alzare la moto di oltre 1 metro, ma molti altri consentono un’altezza massima di 80 centimetri o poco più. La differenza tra i vari modelli risiede nell’ampiezza della base su cui poggiare il veicolo a due ruote. Questa in alcuni modelli è particolarmente ampia e può ruotare di 360°, mentre su altri è particolarmente ridotta e fissa, senza tuttavia incidere troppo sulla stabilità del mezzo. Il funzionamento idraulico, attivabile quasi sempre attraverso la pressione di un semplice pedale, è preferibile in quanto pratico e sicuro, sebbene quello elettrico sia più veloce e non richieda sforzi fisici.

Quasi tutti i sollevatori per moto reggono più di 300 Kg, ma alcuni sono pensati per motopiù leggere, quindi non reggono più di 150 Kg

È importante che sia presente uno scivolo posteriore per poter posizionare e rimuovere la moto con maggiore facilità, così come un bloccaruotafornisce maggiore sicurezza.

Quanto costa?

Il prezzo più basso per un sollevatore con sistema di sollevamento idraulico è pari a circa 100 € o poco meno, riferito a modelli con diversa capacità di peso massimo. In questa fascia di prezzo, molto spesso, si trovano sistemi con altezza di sollevamento ridotta a meno di 50 centimetri dal suolo, quindi non adatti a tutte le circostanze.

Per un prodotto versatile, resistente e con tutte le caratteristiche necessarie, la cifra media potrebbe corrispondere a circa 350 €, riferita a modelli con bloccaruota, scivolo posteriore, buona altezza di sollevamento e robustezza dei materiali.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda