Quando fare un cambio gomme?

Quando è necessario eseguire il cambio degli pneumatici per l’auto ? Per valutare lo stato di usura delle gomme, bisogna osservare la profondità del battistrada: quando essa è inferiore a 1,6 mm, diventa pericoloso continuare a macinare chilometri ed è indispensabile procedere con una sostituzione. Anche qualora il battistrada non risultasse particolarmente usurato, è necessario cambiare gli pneumatici dopo circa sei anni: questo è il tempo stimato oltre il quale la gomma va incontro al processo di “vulcanizzazione”, ossia diventa dura e soggetta a crepe e spaccature.

Inoltre, un allineamento errato delle ruote può compromettere la tenuta del battistrada; per questo, anche se la gomma non appare molto usurata, è bene recarsi da un gommista che procederà a un intervento di equilibratura e, se necessario, anche di convergenza, in modo tale che gli pneumatici si consumino in modo uniforme.

Cambio pneumatici: si inizia con uno smontagomme

Tra le forniture per le officine dei gommisti, un attrezzo che non può mancare di certo è lo smontagomme, indispensabile per procedere alla rimozione degli pneumatici usati prima di poter montare quelli nuovi.

Qualunque sia il modello, questo attrezzo ha sempre le stesse funzioni e tre pedali che assolvono i comandi principali. Il primo pedale fa ruotare il disco, il secondo apre e chiude i cunei che tengono fissati i cerchioni alla ruota e il terzo attiva il braccio pressa che ha lo scopo di far staccare i bordi degli pneumatici (talloni) dal disco. Il braccio pressa va infilato nello pneumatico con l’aiuto di una leva, mentre il disco della ruota gira.

Uno smontagomme si può acquistare tra gli equipaggiamenti per officine sia nuovo che usato. Uno nuovo ha un prezzo che si aggira intorno ai 700 € per i modelli più semplici, mentre quelli computerizzati o adatti per intervenire anche sulle ruote di un camion possono arrivare a costare oltre 6.000 €. Si può tuttavia risparmiare acquistando uno smontagomme usato: uno semiautomatico professionale costa circa 1.300 €.

Equilibratura: a cosa serve?

L’equilibratura delle ruote serve per riassestare il loro asse di rotazione, ed è una procedura che va effettuata ad ogni cambio gomme. Si tratta di un intervento piuttosto semplice: consiste nell’applicare dei pesi autoadesivi che servono per riportare l’asse di rotazione della ruota in linea con quello del mozzo dell’auto.

Tra gli altri equipaggiamenti per officine si trovano, dunque, anche le equilibratrici, indispensabili per eseguire correttamente un cambio gomme.

Tra i vari smontagomme ed equilibratrici di marca Bosch gli attrezzi per eseguire l’equilibratura hanno un costo tra i 3.000 € e i 4.500 €, mentre quelli Twin Busch costano sui 1.000 €. Anche in questo caso, si può risparmiare parecchio acquistando un usato.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda