Lo smartwatch, il re della tecnologia indossabile

Gli smartwatch si potrebbero definire “orologi intelligenti”, dispositivi in grado di connettersi a internet, effettuare e ricevere chiamate, visualizzare email e messaggi. Generalmente si basano sugli stessi sistemi operativi degli smartphone (soprattutto Android, iOS e Windows Phone) e a questi si connettono per permettere all’utente di usufruire delle loro funzionalità. Possono essere molto utili a chi utilizza spesso per lavoro il telefono cellulare e si trova a gestire diverse operazioni via web, ma anche agli sportivi in quanto, attraverso apposite applicazioni, permettono di tenere traccia dell’attività dell’utente.Gli smartwatch stanno sempre più prendendo piede e il mercato della tecnologia indossabile è in continua espansione per cui, come succede per la telefonia mobile, orientarsi tra la molte offerte può essere piuttosto difficile.

Il sistema operativo: valutare la compatibilità prima di tutto

Questa è forse la principale caratteristica da considerare: lo smartwatch è in grado di comunicare con uno smartphone solo se i rispettivi sistemi operativi sono compatibili. Questo è particolarmente importante nel caso dell’Apple Watch, l’orologio hi-tech prodotto dall’azienda di Cupertino: funziona solo con versioni specifiche del loro telefono, ossia dall’iPhone 5 in poi, ed è la scelta più indicata per chi possiede questi smartphone.Più ampia è la scelta per l’utente Android: la compatibilità si ha con i telefoni cellulari prodotti da varie aziende, tra cui Huawei e Motorola. Alcuni produttori hanno sviluppato un proprio sistema operativo, spesso compatibile anche con i software principali: è il caso di Samsung e del suo Tizen OS.Riguardo i prezzi, per un Apple Watch  si parte da 339 € per il modello base fino ad arrivare a oltre 1.500 € per le edizioni speciali. Per uno smartwatch Samsung il range varia tra 300 € e 429 €. Dato che la tecnologia indossabile è in continua evoluzione, ci sono anche ottime possibilità di acquistare smartwatch ricondizionati e usati.

Le altre caratteristiche tecniche

Considerando l’uso peculiare dello smartwatch (simile a quello di un orologio tradizionale), ci sono una serie di fattori importanti da tenere in considerazione: il display deve essere luminoso e ad alta risoluzione per consentire una visione ottimale, la batteria deve avere un adeguato livello di autonomia e l’hardware deve essere in grado di assicurare le migliori prestazioni.

Cassa e cinturino, anche l’estetica vuole la sua parte

Gli smartwatch sono dotati, in genere, di un quadrante tondo o rettangolare, con dimensioni variabili. I primi sono più simili a orologi tradizionali e sono più armoniosi, mentre i secondi sono sicuramente più pratici e funzionali in quanto permettono di avere più spazio a disposizione sullo schermo.Per rendere lo smartwatch assolutamente versatile, si può optare per modelli che offrono la possibilità di avere cinturini intercambiabili.