Il piacere del cinema a casa propria

Saranno pure due cose ben distinte e separate, difficilmente paragonabili ed entrambi affascinanti, ma cinema e  home cinema sono accomunati dalla stessa passione: l’amore per i film, in tutte le salse. Avere in casa i DVD preferiti e abbonarsi a una piattaforma streaming per godere dei contenuti disponibili comodamente seduti sul proprio divano, significa provare sensazioni diverse da quelle che offrono le grandi sale cinematografiche.Le TV da 40, 50 o 60 pollici hanno prezzi decisamente più abbordabili rispetto a venti o dieci anni fa e anche i sistemi home cinema sono molto più diffusi, grazie anche a un più elevato rapporto tra prezzo e qualità dei prodotti, che negli anni è andato sempre migliorando. Ovviamente, non tutte le TV, i lettori DVD e Blu-Ray, videoproiettori o impianti dolby surround hanno lo stesso prezzo. Tutto dipende dalla qualità che si desidera ottenere dall’home cinema. 

Da cosa è composto un sistema home cinema?

Un sistema home cinema si compone di diversi altoparlanti, ognuno dei quali ha il compito di diffondere le varie frequenze del suono. Si sente spesso parlare di sistema 5.1, che è forse il più diffuso. Cinque sono le casse di piccola o media dimensione, in cui sono contenuti gli altoparlanti che trasmettono le frequenze medio-alte, mentre il numero uno indica un altoparlante più grande, chiamato subwoofer, che si occupa di diffondere i bassi dando così profondità al suono. Questo sistema va disposto secondo uno schema logico, dove solitamente quattro casse circondano gli spettatori, una, per le frequenze alte, andrà di fronte come il subwoofer, senza essere però disposti troppo vicini. Un buon sistema home cinema dovrebbe disporre di un altrettanto valido amplificatore, magari con equalizzatore, per poter regolare le frequenze delle casse e potenziare il suono in uscita. Il prezzo base è 50 €, da 200 € fino a 800 € per un sistema home cinema Sony dalle indiscusse qualità audio. È doveroso citare anche i 5.1 Bose - con prezzi oltre i 1.600 € - e Panasonic, i cui sistemi godono di numerosi riconoscimenti.Esistono altre configurazioni come il 2.1, composto da un’unica soundbar - ovvero una lunga barra con altoparlanti incorporati - o da due piccole casse e un subwoofer. È di gran lunga meno coinvolgente del 5.1, rimanendo pur sempre una soluzione per chi non ha grandi esigenze o poco spazio in casa.I modelli più apprezzati sono quelli che possiedono un formato audio Dolby Digital, storica società americana specializzata nell’innovazione audio.Anche i sistemi home cinema Samsung, dal design ricercato e moderno e qualità audio di tutto rispetto, sono tra i migliori di questo settore, in sicura competizione con Sony.    
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda