Musica in movimento

In linea di massima, tutte le automobili vengono vendute con un impianto audio di serie; generalmente composto da autoradio con lettore cd e, nei modelli più recenti, con ingresso USB e Bluetooth, per collegare smartphone, lettori mp3 o chiavette USB, e da un numero variabile di altoparlanti. Questi sistemi però non sempre sono in grado di soddisfare le esigenze degli utenti più attenti. Per tutti coloro che ricercano la purezza del suono, anche mentre sono alla guida del proprio veicolo e non si accontentano del sistema audio fornito in dotazione, si presentano due possibilità: quella di acquistare singolarmente i pezzi che andranno a comporre il nuovo impianto, oppure scegliere tra i sistemi completi audio da auto presenti sul mercato. In questo senso, le soluzioni disponibili sono tante e in grado di soddisfare anche i più esigenti. La scelta di acquistare ogni singola componente separatamente è infatti sconsigliata all’utente medio, dal momento che richiede conoscenze specifiche e generalmente presenta costi maggiori.

Elementi e caratteristiche: l’autoradio

Vediamo nel dettaglio quali sono i pezzi e le caratteristiche che un buon impianto stereo deve avere. L’autoradio andrà scelta in base alla potenza, espressa in Watt, e ai formati dei file audio che può supportare. Alcuni modelli sono dotati di touchscreen, e permettono di accedere ai contenuti in maniera più comoda e intuitiva, e di tecnologia Bluetooth. Questa consente di poter ascoltare la musica presente nel proprio smartphone e di effettuare chiamate in vivavoce. Acquistando separatamente un’apposita interfaccia, è possibile collegare l’autoradio ai comandi presenti sul volante in modo da evitare distrazioni che potrebbero risultare fatali. Infine, per coloro che affrontano periodicamente lunghi percorsi e non possono rinunciare all’ascolto dei cd, vi è la possibilità di comprare un caricatore da posizionare nel bagagliaio: possono contenere fino a dieci dischi ed essere comodamente comandati dall’autoradio.

Altoparlanti e woofer

Gli altoparlanti sono i veri responsabili della qualità del suono; tra le tante tipologie che si trovano in commercio è consigliabile acquistare un impianto dotato di casse mid-range, in grado di riprodurre le frequenze medie. Quelle tradizionali sono a cono, ma ve ne sono anche a cupola, occupano uno spazio ridotto e garantiscono ottimi risultati. Per ottenere una maggiore profondità del suono è necessario che l’impianto sia dotato anche di subwoofer: è questo l’elemento destinato alla riproduzione delle basse frequenze, tra i 50 e i 500 Hz. La sua collocazione ideale è sulle porte anteriori dell’auto, pertanto il modello andrà scelto in base alla profondità che si ha a disposizione. Per godere al meglio della propria musica si possono utilizzare appositi materiali fonoassorbenti con cui rivestire i punti critici dell’auto.

I prezzi per un impianto audio completo variano dai 30 € ai 1.700 €.