Mantenere uno scooter in perfetto stato

Anche se sembra cosa di poco conto, la manutenzione di uno scooter è più del semplice lavaggio o della semplice lucidatura. Richiede tempo, conoscenza del mezzo e anche soldi per fare in modo che il veicolo sia pronto per affrontare la strada in sicurezza. La manutenzione di uno scooter si può dividere in ordinaria e straordinaria.

La manutenzione ordinaria di uno scooter

La manutenzione di base di uno scooter prevede che si controllino periodicamente i freni, le gomme, la cinghia di trasmissione, il carburatore e la marmitta e che eventualmente si acquistino gli appositi ricambi laddove necessari. Infatti negli scooter di oggi è necessario prevedere il cambio dell’olio raggiunti i 5000 Km circa, il cambio della cinghia ogni 12000 Km e il cambio delle pastiglie dei freni ogni 1500/2000 Km; va anche pianificata la revisione delle gomme per fare in modo che non siano sgonfie e dunque pericolose e la pulizia delle candele che, se troppo sporche, possono impedire il buon funzionamento del mezzo. La manutenzione ordinaria può essere effettuata senza l’aiuto di un meccanico a meno che si voglia evitare di rischiare e si preferisca affidarsi alle mani di un esperto.

La manutenzione straordinaria di uno scooter

Accidentalmente lo scooter può richiedere interventi di manutenzione straordinaria per verificare il corretto funzionamento delle parti meno esposte. La verifica del sistema di raffreddamento fa parte degli interventi di manutenzione straordinaria, anche se è un’operazione abbastanza semplice visto che si effettua pulendo la zona interessata con getti d’acqua forte, così da togliere tutte le impurità che si depositano e impediscono o riducono il passaggio di aria, che aiuta la dissipazione del calore. Il sistema di raffreddamento può anche rompersi del tutto e allora va cambiato scegliendo tra le tante soluzioni e marche presenti sul mercato tra cui Hiflofiltro, Honda e Piaggio con prezzi che vanno da 15 € a 100 € per i sistemi più complessi, nuovi e usati, da collocare nella parte anteriore o posteriore dello scooter.

Da non sottovalutare i sistemi senza marca, che hanno le stesse caratteristiche di quelle di marca e nella manutenzione dare sempre un’occhiata anche ai filtri per scooter che possono essere a loro volta intasati e dunque vanno puliti o cambiati così come al radiatore, altro importante componente di uno scooter.

La manutenzione straordinaria viene di solito effettuata da mani esperte, ma si può decidere di effettuarla da soli facendo attenzione a rispettare le indicazioni della casa produttrice.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda