Shaker e set per cocktail

Preparare un cocktail è un’abitudine sempre più diffusa tra gli amanti degli aperitivi. Per questo motivo, in commercio si trovano shaker e set per creare questi gustosi mix di bevande. Sia gli esperti barman che i semplici amatori alle prime armi, quindi, possono cimentarsi nella creazione di cocktail, comprando questi strumenti a differenti condizioni d’acquisto: nuovi, usati o ricondizionati dal venditore. Prima di descrivere i principali shaker disponibili sul mercato, è utile sapere come è nato il cocktail e qual è il segreto del suo successo in tutto il mondo.

Come nasce il cocktail

Le origini del cocktail risalgono al XIX secolo, durante la Guerra di Secessione combattuta negli Stati Uniti. Secondo questa ricostruzione, una vivandiera servì ai soldati una miscela di distillati, che i militari chiamarono cocktail, dall’unione delle parole “cock” e “tail”, cioè “coda di gallo”. Ciò è giustificato dal colore che assume questa bevanda, proprio come la livrea di un pennuto.

A prescindere dalle origini del nome, oggi il cocktail viene consumato in tutto il mondo: ne esistono centinaia di versione differenti, nati dalla fantasia dei barman o di chi ama miscelare diversi alcolici per dar vita a un gustoso aperitivo.

Caratteristiche degli shaker per i cocktail

Chi si diletta a realizzare cocktail conosce le differenze tra i diversi shaker disponibili sul mercato. Il Boston shaker, ad esempio, è caratterizzato dal contenitore vero e proprio in metallo e da un coperchio che può essere di plastica. Il cobbler shaker, invece, prevede anche un terzo accessorio, utilizzato per servire il cocktail dopo la sua preparazione. Infine, va citato il cosiddetto shaker francese, anche se meno diffuso rispetto agli altri due.

Altre caratteristiche che contraddistinguono gli shaker riguardano la possibilità di essere lavati in lavastoviglie, o comunque facilmente pulibili anche a mano. Molti modelli, inoltre, sono realizzati con materiali antiaderenti.

Infine, compresi nei set per la preparazione dei cocktail ci sono anche altri accessori: tra questi spiccano i cucchiai per versare i vari ingredienti, i colini e le pinze.

Marche e prezzi degli shaker

Le aziende che producono shaker sono le stesse che realizzano anche altri accessori per bar. Tra le principali aziende produttrici spiccano la Kitchen Craft e la Premier Housewares. I costi di tali accessori dipendono dalle caratteristiche appena elencate e dalle condizioni d’acquisto. In linea di massima, i prezzi possono variare da 5 € a 200 € dei set per cocktail dotati di tutti gli accessori.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda