Servizi da tè e caffè d’argento di arte e di antiquariato

Tra gli oggetti da tavola e cucina d’argento di arte e di antiquariato una gran parte è dedicata ai servizi da tè e caffè. Sebbene queste due bevande siano sempre attuali, la modalità di assunzione e di servizio non è la stessa di uno o due secoli fa.

Una caffettiera dell’Ottocento, per esempio, non viene usata praticamente più, dato che oggi serviamo il caffè direttamente dalla moka o macchina dell’espresso nella tazzina. I servizi da tè e caffè d’argento di arte e di antiquariato sono spesso costituiti da oggetti che non esistono più oggi, ma conservano il fascino di un’altra epoca e di altri usi rispetto a quelli odierni.

Tra questi oggetti talvolta si trova il samovar d’argento, per esempio, l’antico contenitore e bollitore tradizionale di origine russa attorno al quale i commensali si riunivano e versavano il tè.

Prezzi

In commercio si trovano molti servizi d’argento finemente lavorato dal valore di acquisto che può andare dai 200 € e arrivare fino ai 3.000 €. Trattandosi di antiquariato, non sempre il mercato mantiene la divisione tra nuovo e usato. Forse per questo dettaglio non è specificato per la maggior parte dei casi. In ogni caso, la fattura in argento determina l’elevato valore di tali oggetti, siano essi teiere, piatti o caffettiere, specialmente se antici.

Cercare i marchi di certificazione

Come determinare con certezza che un servizio da thè in argento sia veramente antico e soprattutto di argento puro e autentico?

Di solito, quando si ha tra le mani un prezioso oggetto in argento, esso presenta dei piccoli marchi che ne certificano l’autenticità. In assenza di tali marchi, bisogna accertarsi dal rivenditore circa la provenienza e la purezza del metallo che costituisce l’oggetto d’antiquariato in questione. Esistono sistemi di marcatura che sono accettati a livello internazionale, i quali prevedono la tipologia di metallo, il luogo di produzione, la data e lo stile. Su una teiera vittoriana, per esempio, si dovrebbero trovare i marchi di certificazione posizionati in cerchio sul fondo. Solitamente nelle teiere vittoriane essi rappresentano le iniziali dell’artigiano argentiere e il simbolo del leone passante, ovvero la garanzia del titolo sterling per l'argento 925/1000. Sulla stessa teiera vittoriana dovrebbero poi trovarsi ancora una testa di leopardo, in quanto marchio dell'ufficio di controllo del titolo dell'argento di Londra e una lettera dell’alfabeto in maiuscolo a indicare la lettera dataria di un determinato anno, per esempio M per l’anno 1847.

Infine, dovrebbe trovarsi anche il profilo della Regina Vittoria, come prova del pagamento della tassa sugli argenti alla corona. Ancora oggi l'argento antico di origine britannica è considerato tra i più pregiati sul mercato.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda