Sedie e sgabelli antichi: arricchire la propria casa con un oggetto di antiquariato

La passione per l’arredamento d’antiquariato e gli oggetti antichi conquista sempre più persone, tanto che gli oggetti d’antiquariato sono oggi molto ricercati e apprezzati, in virtù del prestigio che sanno regalare agli ambienti di casa. Sedie e sgabelli d’antiquariato sono certamente tra gli articoli più acquistati, non solo per l’utilità che rivestono, ma anche e soprattutto per la squisita fattura di certi modelli dei secoli scorsi, spesso caratterizzata da legni pregiati e finemente lavorati. 

Evoluzione della sedia, dalle panche medievali alla produzione seriale 

In tempi antichi, le persone usavano sedersi su bauli, sgabelli o panche, realizzati in maniera piuttosto grezza e dalla seduta spesso scomoda. Il Medioevo segna l’introduzione delle sedie concepite per accogliere una sola persona, con modelli finemente decorati, appartenenti alle famiglie più ricche o a membri della Chiesa.Occorrerà attendere il Rinascimento prima di vedere le sedie approdare anche nelle case popolari, mentre i modelli più pregiati diventano via via più elaborati, sia nelle decorazioni sia nei tipi di legni utilizzati: molto diffusi erano il mogano o il noce, mentre per sedie e sgabelli  popolari il legno più usato era la quercia. Nel XVIII secolo si assiste alla diffusione di sedie, divani e poltrone imbottite, per venire incontro alle esigenze di famiglie borghesi e aristocratiche, amanti degli eventi sociali che si svolgevano nei salotti delle grandi città.La Rivoluzione industriale segna il passaggio alla produzione seriale di sedie e sgabelli, che da oggetti unici diventano oggetti in serie: il design cambia rispetto ai modelli del passato, privilegiando la praticità rispetto agli aspetti decorativi, ma con risultati ancora oggi molto apprezzati dagli amanti dell’arredamento d’antiquariato. 

Consigli per acquistare mobili d’antiquariato 

I mobili d’antiquariato, e in particolare sedie e sgabelli, rappresentano un prezioso investimento di cui gli appassionati di oggetti antichi conoscono bene il valore; se si è alle prime armi e si desidera acquistare, ad esempio, una sedia del Settecento o dell’Ottocento, è importante documentarsi sulle caratteristiche, i modelli e soprattutto i prezzi, consultando forum specializzati e siti di antiquari. In rete sono disponibili numerose risorse per aiutare anche i meno esperti a effettuare il giusto acquisto. Difficile quantificare una cifra media, in quanto il prezzo dipende non solo dal venditore (acquistare da un privato potrebbe permettere margini di negoziazione più alti), ma anche e soprattutto dalla provenienza, dall’epoca e dal tipo di materiali usati per costruire la sedia: indicativamente i prezzi vanno circa da 70 €/80 € fino a superare i 10.000 €, per i modelli più pregiati e ricercati.