Scoutismo da collezione

Il collezionismo è un hobby diffuso a qualsiasi livello e nasce dalla passione personale per un particolare ambito. Si possono collezionare coltellini provenienti da tutto il mondo oppure bandiere, o anche oggetti relativi ad un movimento, come gli scout.

Lo scoutismo da collezione, ad esempio, si occupa esclusivamente di tutti quegli articoli relativi al movimento scout. L’Italia è attiva in questo campo con l’AICoS (Associazione Italiana Collezionisti Scout), che collega i soci di tutta la nazione e riunisce sotto la sua sigla anche diverse associazioni scout. L’obiettivo di questo tipo di collezionismo è anche far rivivere la storia del movimento grazie agli oggetti che lo hanno accompagnato. Sono infatti disponibili locandine, cartoline e oggetti di ulteriori collezioni da qualsiasi parte del mondo. Questi aiutano a comprendere in fondo l’evoluzione del mondo scout. Tutti gli articoli di recente produzione possono inoltre essere acquistati nuovi ad un prezzo che va da 1 € a 2.000 €.

La storia dello scoutismo

Lo scoutismo è l’insieme dei principi su cui si fonda il movimento dei boy scouts, che nascono nei 1908 in Inghilterra grazie a Robert Baden-Powell. È un’organizzazione giovanile internazionale, senza fini politici o militari, tanto da ribadirlo nel suo stemma, rappresentante il giglio, simbolo di pace e purezza. La divisa standard per un boy scout è fatta da: pantaloni corti, cappello alla boera e un camiciotto. Spesso su questi ultimi due indumenti sono attaccati spille o mostrine, tanto ricercate da chi ama lo scoutismo da collezione. In Italia si diffusero nel 1912 e oggi ci sono associazioni scout presenti ovunque nel mondo, anche se la scuola per dirigenti più importante ha ancora sede in Inghilterra. Vista la storia di oltre un secolo è normale incontrare diversi articoli, soprattutto usati, ma per trovare la giusta occasione basta prestare attenzione allo stato di conservazione dell’oggetto.

Utilità dello scoutismo

La sua peculiarità è basata sul formare il carattere favorendo il contatto con la natura. I boy scout di tutto il mondo condividono inoltre dieci articoli, come base per la convivenza del gruppo, e l’appartenenza suddivisa in fasce d’età. Si inizia dagli 8 anni e a 11 anni termina la prima fascia, poi c’è quella che va dai 12 ai 15 e infine quella dai 16 ai 20 anni. Dopo se vuole può restare nell’associazione e diventare responsabile. A tutte queste fasce corrispondono mostrine e adesivi da collezione, per gli appassionati che vogliono suddividere i propri articoli a seconda del grado. Oltre a questi, per chi fa del collezionismo in generale un vero e proprio hobby, è possibile trovare oggetti di ulteriori collezioni particolari.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda