Scolapiatti e sostegni da cucina

Le cucine moderne sono sempre più accessoriate, anche grazie all´esistenza di una gamma di utensili fino a pochi anni fa impensabile.

La progressiva riduzione dell´estensione degli ambienti e l´aumento degli oggetti di cui si avverte l´esigenza, rendono necessaria una accurata gestione degli spazi e l´utilizzo di articoli per l´organizzazione della cucina, che siano funzionali. Gli scolapiatti sono uno di questi oggetti. Essi assolvono a un compito molto importante, quello di contenere i piatti dopo il lavaggio per farli sgocciolare e, nella versione che va inglobata nei pensili, vengono utilizzati anche per conservare i piatti ormai asciutti, tenendoli in ordine e a portata di mano.

In base alla tipologia di arredamento, alle proprie esigenze e agli spazi, ma anche a seconda dell´uso che se ne vorrà fare, andrà scelto tra quelli disponibili, il modello di scolapiatti più adatto.

Ne esistono di grandi dimensioni, da fissare alla parete, oppure più piccoli da riporre dopo l´uso, a uno o più piani, in acciaio, in legno o in plastica.

Scolapiatti da appoggio, comodi e funzionali

I modelli da appoggio sono di varie tipologie, dai semplici tappetini in gomma o lattice, a quelli più strutturati con diversi livelli.

I tappetini sono utilissimi per poggiare tazze, piatti e piccoli utensili, dopo lavaggi veloci: evitano di bagnare il piano del lavello, eliminando la fatica di doverlo pulire.

I prodotti a più piani, in genere hanno un livello con le griglie per i piatti, un ripiano per le tazze e i bicchieri, e un compartimento più piccolo per le posate. Essi hanno un vassoio integrato per il gocciolamento, sono fatti in alluminio, acciaio inox, metallo cromato resistente alla ruggine o anche in plastica.

Sempre in plastica sono fatti gli scolapiatti a forma di vaschetta rettangolare o quadrata, comodi oltre che per contenere, anche per spostare le stoviglie in un´altra stanza della casa, ove necessario.

Per eliminare problemi di spazio, molto funzionali gli scolapiatti pieghevoli, che quando non servono si chiudono su loro stessi e riducono l´ingombro al minimo.

I prezzi vanno da 5 € per un modello in legno da 6 piatti, a 140 € per un prodotto estraibile in acciaio inossidabile, a due livelli, con vassoio, completo di binari da montare all´interno dei pensili.

Sostituire il vecchio scolapiatti fisso

Essendo un oggetto continuamente a contatto con l´acqua e con i vapori della cucina, lo scolapiatti integrato nei pensili spesso si usura e va sostituito.

In commercio è possibile trovare i ricambi universali, adattabili in base alle misure, con i relativi sostegni, da applicare all´interno dei mobili.

Se la cucina ha dimensioni standard non sarà difficile trovare un prodotto che calzi a pennello, i più diffusi sono gli scolapiatti per pensili da 90, 80 o 60 cm, ma non mancano misure più grandi che superano il metro di larghezza.

In genere questi i modelli comprendono nella confezione le viti e i sostegni per gli scolapiatti da incasso, che andranno fissati al posto di quelli vecchi, probabilmente non compatibili con il nuovo prodotto o usurati.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda