Scolapiatti da cucina

In ogni cucina è presente uno scolapiatti, quel posto dove si posizionano le stoviglie bagnate per fare scolare l´acqua, prima di asciugarle e rimetterle al loro posto. Ne esistono diverse tipologie, fra cui quelle più conosciute sono la versione da muro, da appoggio e quella da incasso. In tutti questi casi, saranno poi disponibili scolapiatti più o meno grandi.

Le caratteristiche di uno scolapiatti

Non esiste un tipo di scolapiatti migliore dell´altro, semplicemente per il fatto che i vari modelli disponibili in commercio sono completamente diversi gli uni dagli altri. Molto diffusi sono i modelli da posizionare dentro i pensili che si diversificano a loro volta per le loro dimensioni.

Gli scolapiatti per pensili da 90 cm sono quelli più grandi e sono costituiti da tre parti separate: il piatto per raccogliere l´acqua, e due ripiani, uno per i piatti e uno per le posate. Gli scolapiatti da posizionare dentro i pensili della cucina sono realizzati in acciaio inox, materiale solido che non arrugginisce e non si deforma. Leggermente più piccoli rd adatti agli armadietti fuori misura, sono gli scolapiatti da incasso da 86 cm.

Una versione particolare sono quelli a molla, che permettono di poter essere adattati a pensili di ogni dimensione. Sono il modello da scegliere quando non sarà possibile trovare in commercio uno scolapiatti della stessa identica misura del pensile dove andrà posizionato.

Particolari e veri e propri oggetti di arredo sono invece gli scolapiatti da muro, di solito realizzati in legno, che bene si adattano soprattutto a cucine dallo stile rustico.

Anche gli scolapiatti da appoggio sono molto diffusi. I modelli migliori sono realizzati in acciaio, ma ce ne sono anche in plastica o in legno. Si presentano con una linea molto semplice e hanno il grande vantaggio di avere piccole dimensioni, specialmente una volta chiusi, e quindi sono poco ingombranti.

I modelli esterni sono quelli che consentono di osare un po´ anche per quanto riguarda il design. Sarà infatti possibile trovare degli scolapiatti colorati o caratterizzati da linee fuori dal comune, ma pur sempre molto funzionali. Insomma, un colpo di colore alla cucina, ma senza strafare. Da ricercare sempre, in ogni prodotto si voglia scegliere, sarà un´importante caratteristica, cioè la facilità di reperibilità dei suoi ricambi.

Quanto costa uno scolapiatti da cucina

Non si può dare una sola risposta a riguardo del costo di uno scolapiatti da cucina, perché i modelli in commercio sono molti, con diverse caratteristiche e quindi facenti capo a diverse fasce di prezzo. Per i modelli più economici, che di solito sono quelli di appoggio, basteranno anche 5 € per le versioni in plastica e 10 € circa per quelle in metallo.

Le versioni da posizionare all´interno dei pensili sono invece più costose, si parla infatti di un minimo di 40 €. Particolari sono invece gli scolapiatti da muro, che si presentano come dei mobiletti indipendenti, e che hanno un prezzo di oltre 100 €, per i modelli più semplici.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda