Schiaccianoci natalizi

Gli schiaccianoci sono quegli strumenti che ci permettono di aprire il guscio della frutta secca più resistente. Fra queste ovviamente le noci, dalle quali prende il nome, ma anche nocciole, mandorle e pinoli, che sono le varietà più usate nella cucina italiana. Questo attrezzo oggigiorno è sempre più spesso fatto di metallo o altre leghe, ma i più pregiati e rifiniti rimangono gli schiaccianoci natalizi, fatti in legno e, nella maggior parte delle occasioni, con dettagli dipinti a mano. Non solo decorazioni e alberi natalizi dunque, perché anche lo schiaccianoci contribuisce a rendere ancora più speciale l’atmosfera del Natale, grazie alla doppia funzione di utilità ed arredamento, con un design particolare che ricorda i giocattoli d’epoca.

La storia dello schiaccianoci

Questo attrezzo si fabbrica sin dal 16° secolo in Germania, nella versione di legno rappresentante spesso un re, un soldato o un cavaliere. Proprio per questa differenziazione nacque la tendenza a iniziare la propria collezione dallo schiaccianoci natalizio principale, il re, al quale poi veniva affiancata la sua guardia. Tutti i soggetti ritratti erano, e sono tuttora, alti circa 50 centimetri, con la parte corrispondente alla bocca che si apre grazie ad una leva posta nella parte posteriore della scultura di legno. In questo spazio si inserisce il frutto secco e, grazie alla pressione esercitata sul guscio, questo si rompe liberando il seme. Ancora oggi i pezzi più famosi provengono dalle zone boscose della Germania centrale oppure quelle al confine con la Repubblica Ceca. Gli schiaccianoci sono molto usati soprattutto durante il periodo natalizio, sia per il grande consumo di frutta secca che per il loro aspetto decorativo.

Possiamo trovarlo nel classico colore rosso tipico di questo periodo dell’anno oppure nella versione più vivace multicolore.

Quali sono i modelli

Gli schiaccianoci natalizi sono prodotti da diverse marche, come Premier e Natura, ma tutti sono disponibili sia nuovi che usati. Questo perché da poco si è scoperto il collezionismo anche di questi oggetti, in particolar modo quelli provenienti da una delle patrie degli schiaccianoci natalizi: la regione tedesca dei Monti Metalliferi (Erzgebirge in tedesco). I collezionisti di solito preferiscono i modelli tradizionali, in legno e dipinti a mano, ma oggi ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti. Da quelli che si rifanno al calcio a quelli dedicati appositamente alla saga Star Wars.

Questi nuovi modelli, uniti alla riproduzione a più riprese del famoso balletto dedicato allo schiaccianoci, hanno avuto l’effetto di far riavvicinare i più giovani a questo oggetto.

I prezzi per uno schiaccianoci variano da 1 € fino a oltre 1.300 € per quelli da collezione.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda