Rottura schermo e sostituzione laptop: soluzione evitabile

Quando il nostro notebooksubisce un danno, la drastica soluzione che talvolta si decide di prendere è quella di sostituirlo, dunque mandarlo in pensione e acquistarne uno nuovo. Non fa eccezione nemmeno la rottura dello schermo LCD, che, in alcuni casi, potrebbe essere riparabile, evitando in tal modo la totale sostituzione dell’intero apparecchio informatico. Una soluzione del genere sarebbe di grande giovamento e non solo al proprietario del laptop danneggiato.

Convenienza della sostituzione

Per acquistare uno schermo o un pannello per un computer portatile si deve affrontare un costo che può andare da 27 € a 362 € circa in base alla marca, da quelli Sharpai Sony.

Indubbiamente, un prezzo del genere è minore rispetto a quello che comporterebbe l’acquisto di un computer portatile nuovo: la differenza tra le due scelte è di alcune centinaia di euro. Superando il fattore prezzo, un altro vantaggio da prendere in considerazione è la possibilità di non ricorrere a un tecnico per l’installazione dei vari ricambi per laptop, nell’eventualità che vada sostituito il solo schermo LCD o il pannello. Infatti, anche un principiante può procedere alla sostituzione di questo elemento, tramite l’utilizzo di un solo utensile quale un cacciavite.

Trasferimento dei dati: nessun pericolo

Altro elemento che gioca a favore della sostituzione del solo schermo LCD o del pannello è il fatto che non si andrà incontro alla perdita di dati. Se si optasse per la scelta di un nuovo computer, infatti, sarebbe necessario procedere al trasferimento di tutti i dati dal “vecchio” notebook a un sistema di archiviazione provvisorio in attesa del nuovo laptop. Quindi, si dovranno calcolare le perdite sia in termini di tempo che in termini economici, oltre al rischio, sempre insito in queste operazioni, di perdere i propri dati durante il trasferimento stesso.

Rispetto per l’ambiente

Nell’ottica del rispetto per l’ambiente, non è da sottovalutare l’impatto che i rifiuti derivanti da apparecchiature elettroniche producono quando giungono a fine ciclo. È perciò di fondamentale importanza decidere se, quando si verifica un danno al pannello o allo schermo LCD, sia da sostituire il singolo pezzo o invece sia da gettare l’intero laptop. Questo perché, oltre ai benefici di matrice economica, si producono degli effetti anche a livello ambientale: con la sostituzione del solo schermo, infatti, si riduce sensibilmente il materiale inquinante da mandare in discarica, tra l’altro molto difficile da smaltire in quanto derivante da componenti elettronici e quindi nocivi; conseguentemente, si eviterà l’emissione di CO2 per la produzione di un nuovo computer portatile.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda