Scheda madre: un nome meritato

Chi ha dimestichezza con il mondo dell’informatica ne conosce il ruolo fondamentale, mentre chi sa poco o nulla sui computer potrebbe domandarsi perché questo nome. La scheda madre, o motherboard, svolge dei compiti importanti per assicurare il corretto funzionamento del PC. Si tratta di un circuito stampato sul quale si trovano connettori, interfacce e sezioni dedicate ad altri componenti di primaria importanza, come il processore e la memoria RAM. La scheda madre ospita l’alloggiamento per il processore, detto socket, sul quale si appoggia la CPU, per poi richiudere il vano di alloggiamento tramite un’apposita leva. Inoltre su di essa troviamo la memoria ROM che contiene il BIOS, ovvero l’insieme di istruzioni che controlla le parti hardware a ogni accensione. Altri componenti che trovano spazio sulla scheda madre sono la memoria RAM, preposta a conservare i dati salvati sul PC, la scheda video, quella audio e il disco rigido.

La scelta della scheda madre

Ogni scheda madre supporta un certo tipo di componenti, con cui deve essere pienamente compatibile. Ogni anno i maggiori produttori - quali Gigabyte, Acer, ASRock e Asus - producono nuove schede madri che possono essere compatibili con processori Intel o AMD e con memorie RAM di nuova generazione - come le DDR4 - o di precedente generazione. Gli slot disponibili per alloggiare la memoria RAM possono essere 2 o 4.Il fattore di forma di una scheda madre, ovvero le sue specifiche strutturali, ne determinano l’adattabilità a un case piuttosto che ad un altro. Troviamo motherboard con fattore di forma AT - il primo inventato, BabyAT, MiniITX, MicroATX e quello ATX, senza dubbio il più diffuso. Quando si acquista una scheda madre bisogna essere sicuri che sia il case che l’alimentatore siano compatibili con il suo fattore di forma. Il socket dove va alloggiato il processore varia in base al tipo di scheda madre; è bene dunque ricordare prima dell’acquisto che queste componenti devono essere compatibili. Per i processori Intel sono richiesti socket serie LGA, differenziati per numero, mentre per processori AMD servono socket serie AM. Gli slot di espansione disponibili devono essere sufficienti, così come devono esserlo le porte SATA, utili per installare uno o più dischi rigidi. 

Quanto costa una scheda madre?

I prezzi partono da 40 € per una motherboard di base, mentre modelli di fascia alta - come la Asus X99 - arrivano a circa 600 €. La scelta dipende dall’utilizzo a cui il PC è destinato. I videogiocatori più esigenti cercheranno una motherboard con socket adatto ai processori di ultima generazione, come gli Intel i7. Di contro, un uso sporadico del PC, magari per navigare su internet, richiede una scheda madre di fascia bassa dalle prestazioni base.