Scatole e contenitori da cucito

Così come è accaduto per molte attività artigianali, l´arte del cucito negli ultimi anni ha perso centralità, soppiantata dalla produzione industriale; nonostante questo, una scatola da cucito ben organizzata si rivela, all´occorrenza, un alleato prezioso.

Capita spesso infatti di perdere un bottone o di dover riprendere l´orlo di un paio di pantaloni: in questi casi è possibile provvedere autonomamente alle riparazioni, con un po´ di pratica e con gli strumenti giusti.

All´interno di un cestino da cucito, le rocchette di filo in vari colori e spessori devono essere collocate ordinatamente per non incastrarsi e creare matasse inestricabili, mentre spilli e aghi di diverse dimensioni vanno sistemati in appositi contenitori per non infilarsi in qualche fessura e sparire dalla vista.

Per chi è alle prime armi o per gli appassionati del cucito, è possibile trovare contenitori nuovi o usati di ogni forma e dimensione: dai cestini porta-lavoro foderati ai contenitori con scomparti fino alle classiche scatole in legno a più piani. I prezzi partono da 10 € circa per una scatola semplice e possono arrivare ad oltre 200 € per un contenitore d´epoca.

L´arte antica del cucito, tra utilità e decorazione

Ago e filo sono stati compagni inseparabili delle nostre nonne che si dilettavano nel ricamo o nel confezionamento di abiti, centrini, lenzuola, tende e altri tessili per la casa.

Fino a qualche decennio fa, infatti, alle bambine si insegnava a cucire e a rammendare sui banchi di scuola o durante appositi corsi pomeridiani, affinché potessero rendersi utili in casa, oppure trovare lavoro come sarte presso qualche manifattura o in botteghe artigianali.

Ogni donna, inoltre, era dotata del proprio contenitore da cucito, personale e insostituibile, dove ritirare i propri strumenti o i lavori da completare: una collocazione ordinata del materiale era indispensabile per proseguire le attività senza intoppi e per la buona riuscita di ogni manufatto.

Oggi il panorama è molto cambiato essendo mutate, alla base, le modalità di produzione e consumo, ma anche le mode in fatto di arredo e di abbigliamento: i trend si sono fatti via via più essenziali, abolendo la necessità di decori fantasiosi e iniziali ricamate.

Come organizzare un scatola porta cucito

Per gli appassionati del fai-da-te, per chi lavora nel settore o per coloro che desiderano imparare a cucire e rammendare, è essenziale procurarsi gli strumenti idonei e la scatola dove riporli. In base ai gusti e alle esigenze è possibile scegliere tra diversi formati: le scatole prive di scomparti sono sconsigliate, specialmente per la conservazione dei fili che rischiano di mescolarsi, mentre quelle a doppio fondo si rivelano le più utili per organizzare il materiale con criterio.

Comodi anche per viaggiare, grazie alle ridotte dimensioni e al doppio manico, questi contenitori possono essere più o meno preziosi, a seconda del materiale con cui sono realizzati: plastica e poliestere per i modelli più attuali, impermeabili e resistenti, legno e stoffe per porta-cucito vintage.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda