Puma: un marchio storico in continua evoluzione

La storica azienda Puma fu fondata nel 1948 in Germania da Rudolph Dassler. Nello stesso anno viene commercializzata la Atom, una innovativa scarpa da calcio che nel 1950, nella prima partita del dopoguerra, verrà sfoggiata da molti giocatori della nazionale tedesca. Da allora in avanti fu un susseguirsi di successi. La Puma gradualmente estese la propria produzione ad altre tipologie di articoli di abbigliamento e accessori, non solo per lo scarpe da calcetto sono dotati di tacchetti speciali che, creando una sorta di effetto ventosa, permettono di aderire anche a superfici lisce. La tomaia è generalmente in materiale sintetico, studiato appositamente per resistere alle sollecitazioni continue.

Il prezzo varia a seconda dell’elaborazione dei modelli, che possono combinare tecnologie di materiali più avanzati per una maggiore vestibilità e alte prestazioni. Si parte da 55 € per i modelli base, per arrivare a un massimo di 125 € per quelli più performanti. Inoltre, si possono trovare modelli, nuovi o usati, di collezioni passate a prezzi vantaggiosi.

Nella scelta della scarpa, dopo aver stabilito il tipo di terreno sul quale si intende giocare, è fondamentale capire qual è quella più adatta a ciascuno di noi. La scarpa deve aderire perfettamente al nostro piede, bisogna quindi scegliere quella con la calzata perfetta per la nostra pianta e il numero adeguato, che permetta di indossare solo una calza leggera, per una maggiore sensibilità. Anche il tipo di allacciatura, centrale o laterale, può favorire la vestibilità della scarpa, oltre che influire sulla precisione del tiro.

Infine, per quanto riguarda l’aspetto estetico, Puma offre una vasta scelta di colori e un design sempre innovativo.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda