Rulli compressori da giardino: un aiuto per un prato perfetto

Il giardino è sempre la prima cosa che ogni ospite nota al suo arrivo in casa nostra. Per questo motivo, il prato deve essere curato regolarmente e, in questo, ci sono molti utensili manuali e attrezzature da giardino che ci aiutano. Uno di questi è il rullo compressore, un attrezzo veramente utile e altrettanto facile da usare. Essendo uno strumento privo di motore, non ha bisogno di molta manutenzione, basta prestare attenzione alla sua pulizia dopo l’uso. Ne esistono di diverse grandezze e con caratteristiche differenti, che influiscono anche sul prezzo, oscillando generalmente tra i 20 € e i 270 €.

Per quanto riguarda i rulli compressori usati, ne possiamo trovare in commercio a prezzi decisamente ribassati.

Come sono costruiti e come funzionano i rulli compressori?

Questi articoli per il giardino e l’esterno sono di fattura abbastanza semplice. Sono formati da un cilindro orizzontale provvisto di un foro per l’inserimento di sabbia o acqua (il rullo deve essere abbastanza pesante), alle cui estremità è collegato un manico. Sono molto spesso costruiti completamente in metallo e verniciati di colori diversi. Possono essere di dimensioni diverse, ma quella standard che si trova in commercio è pari a 60 cm di larghezza per il cilindro e 106 cm di lunghezza per il manico.

La compressione del prato è un’azione che può essere effettuata in qualsiasi momento ed è consigliata soprattutto dopo la semina, o dopo aver gettato del concime. Questo perché il rullo comprime il terreno su cui passa e spinge i semi e il concime più in profondità. Se poi notiamo del muschio nel nostro prato, dovremo estirparlo prima che possa soffocare la crescita dell’erba. Per fare ciò, possiamo avvalerci dell’aiuto degli areatori da giardino, attrezzi molto facili da utilizzare, o dei semplici rastrelli.

Quando è consigliabile usare il rullo compressore?

Gli esperti consigliano di rullare il proprio prato almeno una volta al mese, eccetto nei mesi più freddi quando il terreno gela, e nei periodi troppo caldi. La prima rullatura dell’anno però, è consigliabile eseguirla a marzo, perché in questo modo si compattano le zolle di terreno rovinate dal gelo e si crea spazio per la semina e la crescita di un nuovo manto erboso. È una pratica molto semplice, che non richiede molto tempo, ma grazie a questa e ad altri utensili manuali da giardino, possiamo avere un prato sempre sano e verde.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda