Ricambi Moto Guzzi d’epoca

Se siete appassionati di moto e soprattutto di moto d’epoca, probabilmente conoscete le Moto Guzzi, anzi, probabilmente ne possedete una. Gli affezionati alla storia motociclistica del nostro Paese, gli amanti del viaggio e dell’avventura, ma anche dello stile classico, in genere riconoscono e apprezzano il valore di queste motociclette. Ma come ogni altro veicolo, dopo lunghi periodi di utilizzo anche questi modelli possono andare incontro a danni e usura. Ma niente paura, non è sempre necessario ricorrere a degli esperti pagando cifre astronomiche: molto spesso è sufficiente conoscere la causa del problema e il pezzo di cui necessitiamo per rimettere in pista il nostro bolide. Infatti, sono tantissimi i ricambi Moto Guzziche possiamo acquistare in completa autonomia.

Moto Guzzi: la storia

In linea di massima, potremmo definire questa casa motociclistica come la Harley-Davidsonnostrana. È stata la prima produttrice di moto ad affermarsi in Italia e tuttora ha un ampio seguito di fedelissimi, appassionati dei modelli più nuovi ma anche delle Moto Guzzi d’epoca.

È stata fondata il 15 marzo 1921 da Carlo Guzzi e Giorgio Parodi, che hanno dedicato lo stemma alato a un loro amico aviatore, morto in un tragico incidente. Da quel giorno molto lontano, i cambiamenti sono stati tanti: le prime gare, i modelli creati per l’esercito durante la Guerra mondiale, la crisi con l’introduzione dell’auto, la ripresa, l’acquisizione da parte della Piaggio, fino ai giorni nostri, che vedono questo marchio ormai da anni specializzato in motori bicilindrici a V di 90º. I fan non l’hanno mai dimenticata né abbandonata e amano viaggiare in sella ai modelli d’epoca così come alle più moderne Moto Guzzi 350.

Pezzi di ricambio

Come dicevamo nelle prime righe, se siamo dei fieri proprietari di una Moto Guzzi d’epoca e necessitiamo di un pezzo di ricambioper rimetterla in sesto non dobbiamo fare altro che cominciare a cercarlo. Fra gli accessori e le parti di ricambio che cerchiamo, possiamo facilmente trovare: articoli per carrozzeria e telaio, freni, luci e frecce, selle e schienali, articoli per la carrozzeria, sospensioni, specchietti e molto altro. I prezzi variano in base alla tipologia di pezzo di ricambio e ovviamente anche in base al modello corrispondente: si va da un minimo di 50 € a un massimo di circa 3.000 € se quello che dobbiamo cambiare è il motore. Ma non dimentichiamo che, dove possibile, sono disponibili per l’acquisto anche molti pezzi di ricambio usati e ancora perfettamente funzionanti, che consentono un notevole risparmio.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda