Mangianastri per home audio: un salto nel passato

Nel 1965, l’azienda olandese Philips lanciò sul mercato le compact cassette e un riproduttore a esse dedicato, che nel nostro Paese prese poi il nome di “mangianastri”. La rivoluzione consisteva nel fatto che quest’ultimo aveva delle dimensioni estremamente ridotte rispetto ai fonografi a bobina. Esso si avvaleva di un particolare sistema meccanico che consentiva di leggere nei due sensi opposti le audiocassette, attraverso lo scorrimento del nastro magnetico in esse contenuto. Proprio come accadeva con i dischi in vinile, quindi, l’ascoltatore aveva a disposizione sia il lato A, che quello B. Nel decennio successivo, il mangianastri si diffuse rapidamente anche nelle case e prese la forma di un vero e proprio impianto stereofonico hi-fi per home audio.Ancora oggi è possibile reperire facilmente i pezzi di ricambio per questo articolo, sia originali, provenienti dalle aziende produttrici dei mangianastri stessi come la già citata Philips, la Sony e la Pioneer, sia compatibili. I prezzi variano a seconda dell’articolo acquistato: partono da poco più di 1 €, per una semplice cinghia di trasmissione, e arrivano ai 150 € circa di un motorino.

Riportare in vita un mangianastri

Le cause di un malfunzionamento del mangianastri possono chiaramente essere varie. In alcuni casi, in realtà, il problema risiede nelle musicassette, il cui nastro tende a deteriorarsi con l’utilizzo. Molto spesso, invece, la causa del guasto è dovuta alla rottura o all’usura delle cinghie di trasmissione. Basterà  quindi acquisitarne di nuove e montarle sull’apparecchio per ripristinarne il corretto funzionamento. Nella scelta di questi pezzi sostitutivi bisogna prendere in considerazione la lunghezza e il diametro che devono essere il più possibile simili a quelli originali. In commercio sono presenti diverse soluzioni, che possono includere una solo cinghia o un kit di pezzi aventi diverse dimensioni. Il loro prezzo arriva a 30 € circa per un set di dodici elementi che possono essere usati per riparare anche altri dispositivi, come i lettori CD e DVD.Oltre alle cinghie di trasmissione, sul mercato è possibile trovare anche gli altri componenti del mangianastri, sia che si tratti di parti meccaniche, sia di elementi esterni. Motori di controllo, sintonizzatori, unità di commutazione e maniglie sono tutti articoli facilmente reperibili che possono essere acquistati nuovi o usati. A un livello più generale, possiamo affermare che l’offerta di pezzi sostitutivi per i dispositivi di home entertainment, vintage o ultratecnologici è davvero ampia. Con la stessa semplicità, è possibile, infatti, acquistare schede e parti TV di nuova generazione, o ricambi per piatti o giradischi per home audio.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda