Il modellismo dinamico

Il modellismo dinamico si differenzia da quello statico perché oltre a costruire una copia fedele all’originale in miniatura di un mezzo di trasporto, il modellista deve anche dotarlo di un sistema che lo faccia funzionare proprio come l’originale. Nel modellismo radiocomandato, i modellini, che siano auto, aerei, treni o barche, vengono pilotati tramite un radiocomando. I piloti si immedesimano completamente nel ruolo e hanno per il loro modellino la stessa cura e attenzione che tutti i veri piloti hanno per i loro mezzi di dimensioni normali. Si svolgono anche vere e proprie competizioni di modellini, nelle quali chi manovra il radiocomando si sfida con la passione che hanno i piloti che gareggiano stando all’interno di un vero mezzo. Proprio come per i loro corrispondenti originali, anche per i radiocomandati in commercio si trovano tutti i ricambi e gli accessori di cui possono aver bisogno.

Ricambi e accessori per modellini radiocomandati

I ricambi e gli accessori per i modellini di questo tipo si possono dividere essenzialmente in due categorie: quelli che riguardano la parte estetica e quelli che riguardano il meccanismo che li fa muovere. Per quanto riguarda il modellino in sé, oltre ai vari materiali per il montaggio e a ciò che può servire per la carrozzeria e gli interni, è sempre opportuno avere a disposizione colle, vernici e tutti i prodotti necessari per la finitura. La parte di congiunzione tra l’esterno, solamente decorativo, e il motore è il telaio con tutto ciò che riguarda la trasmissione e le ruote. Il motore è la parte più complessa: può essere elettrico, a benzina e a scoppio. Nel primo caso il meccanismo sarà più semplice, nel secondo sarà una esatta riproduzione dei motori di grandi dimensioni e avrà bisogno di ricambi per i sistemi di scarico, per l’erogazione del carburante, oltre che di lubrificanti e prodotti per la manutenzione.

Marca e scala

I modellini possono essere di varie scale, da 1:4 fino a 1:2.000; nell’acquisto di qualsiasi ricambio bisogna prima verificare che il pezzo sia della scala adeguata al radiocomandato sul quale va posto. Oltre alla scala, è importante controllare la marca, che deve essere compatibile: se, per esempio, il modellino è marcato Kyosho, si dovranno comprare ricambi di quella marca o verificare che siano compatibili.

Il prezzo dipende dal tipo di ricambio e dal suo stato, nuovo o usato. Si può spendere meno di 1 € per piccole parti metalliche e bulloni, fino a oltre 2.000 € per radiocomandi di ultima generazione.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda