Prato di casa pulito e rasato

Tra i tanti utensili elettrici da giardino, il decespugliatore è probabilmente uno dei più usati, perché è uno strumento versatile che permette il taglio di erba e sterpaglie collocate in zone difficilmente raggiungibili dai normali tosaerba: a ridosso dei muri, vicino al tronco delle piante, o lungo i fossati. Il decespugliatore è uno strumento adatto sia per il diserbo di piante infestanti, sia per rifinire o rinnovare il prato con un taglio raso terra. Esistono vari tipi di decespugliatori con differenti caratteristiche tecniche, e la scelta dipende dal tipo di utilizzo che si farà. Nella manutenzione di questo apparecchio, la bobina, o testina, è una delle parti più importanti da curare periodicamente. I prezzi per i ricambi di questo ingranaggio vanno all’incirca da 7 € a 40 €. Nell’usato a volte si trova qualche offerta.

Un uso regolare

La bobina o testina del decespugliatore è quella parte meccanica che trasforma il moto rotatorio del motore nel lavoro che l’attrezzo deve compiere. Il corpo della testina può essere in acciaio o alluminio. Generalmente, queste testine non sono lubrificate ed è opportuno quindi usare grassi appositi per una loro buona resa e durabilità. Nel taglio di erba da prato è sufficiente che il decespugliatore sia dotato di una testina con filo del modello “batti e vai”, mentre se l’erba è folta e alta o sono presenti arbusti, allora occorre usare un decespugliatore di buona potenza attrezzato con un’apposita lama in metallo. L’uso regolare del decespugliatore, abbinato all’utilizzo di idropulitrici da giardino, manterrà il manto erboso intorno a casa sempre bello e pulito, mentre l’uso di tagliasiepimanterranno ordinata e sana la siepe.

Una scelta accurata

Nella scelta di un decespugliatore conviene sempre optare per dei modelli che garantiscono una durata maggiore possibile. Siccome è un utensile che va sostenuto anche per parecchio tempo, la maneggevolezza e la comodità sono due caratteristiche da considerare. È inutile avere una strumento potente se poi non si riesce a usarlo in modo efficace e comodo perché si è ostacolati nei movimenti. L’impugnatura va provata con il motore acceso per verificare la quantità di vibrazioni che produce. Al pari delle motoseghe, anche i decespugliatori vanno valutati sia per il loro peso, specialmente quando si prevede di usarli in modo continuato per molto tempo, sia per la loro rumorosità. I motori migliori sono generalmente abbastanza silenziosi. I modelli di decespugliatori più potenti si possono usare per lavori di rifinitura e per lavori più duri; sono molto versatili e hanno varie funzionalità che li rendono adatti per tagli molto diversi.