Sistemi multitraccia per il proprio studio di registrazione

I musicisti che intendono registrare le loro performance musicali hanno a disposizione numerose soluzioni per raggiungere degli ottimi risultati, a seconda del budget investito. Ad esempio, chi desidera ottenere una semplice panoramica del lavoro svolto e non intende inviare le proprie demo a case discografiche né distribuirle online, può servirsi di un semplice smartphone o di un PC con una scheda audio integrata, conseguendo risultati tutto sommato soddisfacenti. Chi mira invece a ottenere un prodotto professionale può fare affidamento su recorder e masterizzatori multitraccia, ideali per registrazioni e in grado di restituire una traccia audio limpida e pulita.

Sistemi multitraccia: pro e contro

Il mixer multitraccia è uno strumento completo che permette di realizzare un’ottima registrazione senza spendere cifre elevate. I registratori analogici multitraccia presentano alcuni vantaggi rispetto ai computer: anzitutto, vi sono meno cavi da gestire e ciò porta ad avere minori problemi di impedenza, ricavando registrazioni di ottima qualità anche con strumenti dal costo basso. Le manopole sono semplici da gestire in ogni situazione, e il peso dei dispositivi è senza alcun dubbio ridotto rispetto a quello di un PC, che dovrà essere acceso e configurato a ogni spostamento. In più, i registratori multitraccia non hanno bisogno di aggiornamenti informatici e sono sempre pronti all’uso, al contrario di computer e notebook, soggetti a virus e all’avanzare del progresso tecnologico. Ovviamente, prima di acquistare un sistema multitraccia è necessario assicurarsi della presenza di un numero adeguato di ingressi per il microfono e gli strumenti, in modo da non incappare in spiacevoli inconvenienti durante la registrazione. I cavi e i microfoni collegati direttamente al mixer dovranno infine essere di buona qualità, per assicurare un’ottima resa audio.

Da non sottovalutare tuttavia gli svantaggi dei multitraccia rispetto a PC e sistemi informatici, dotati senza alcun dubbio di maggiori funzioni. Ad esempio, i software per la registrazione permettono di sfruttare effetti di vario genere e sintetizzatori virtuali con grande facilità, scaricando semplicemente degli appositi aggiornamenti. Inoltre, i sistemi multitraccia sprovvisti di un’uscita VGA limitano l’utente all’utilizzo di un piccolo display sull’unità, spesso in bianco e nero e privo di numerose informazioni che potrebbero risultare utili. Infine, non tutti i registratori multitraccia sono dotati di un masterizzatore CD: in questo caso è dunque necessario acquistare un ulteriore dispositivo che consenta di registrare il segnale in uscita, ritardando dunque l’intero processo creativo.

In commercio si possono trovare numerosi recorder e masterizzatori multitraccia per il proprio studio musicale, con prezzi che partono dai 50 € fino a superare i 200 € per i modelli più avanzati.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda