Le radio per la casa: un fascino intramontabile

La radio è un oggetto che ci ha accompagnato per moltissimi anni. Da sempre, fa parte dell’arredo della casa e, agli inizi, era considerata l’oggetto che raccoglieva intorno a sé tutta la famiglia per l’ascolto delle varie trasmissioni. Durante gli anni delle guerre era un utile alleato per ricevere informazioni sulla situazione al fronte e per avvertire i popoli degli imminenti pericoli. Attraverso questo strumento, migliaia di persone hanno avuto modo di ascoltare discorsi importanti e di conoscere gli avvenimenti storici.

Nei tempi più moderni, questi impianti audio e Hi-Fi per la casa vengono usati per ascoltare musica, sia da supporti fisici come CD o musicassette, sia tramite internet grazie alle radio digitali. Inoltre, l’aspetto di una radio è diventato più importante, perché è ormai un oggetto che completa l’arredamento della casa. Tra le marche più famose che producono radio troviamo Pioneer e Sony, ma ne esistono anche molte altre, ognuna con caratteristiche differenti.

Il range di prezzo di questi articoli è molto ampio, oscillando tra 1 € per una mini radio fino a 6.000 € per una radio di grande potenza e con molte funzioni. Si trovano anche esemplari usati, che sono venduti a prezzi largamente ridotti.

Come scegliere la radio?

Come abbiamo accennato, non tutte le radio sono uguali. Ci possono essere radio con display analogico o digitale, ma la scelta sarà più che altro influenzata dai nostri gusti.

Le uscite audio di una radio sono molto importanti, perché servono a collegare diversi accessori come amplificatori, preamplificatori, casse e diffusori Hi-Fi per la casa. Tra le uscite, troviamo quelle con cavo jack grezzo e quelle con cavo digitale coassiale RCA.

Per garantire una buona acustica, le casse della radio devono formare un triangolo equilatero, in cui il terzo angolo deve corrispondere alla posizione dell’ascoltatore; questa è la migliore disposizione per ascoltare la radio. Bisogna anche tenere conto dell’altezza delle casse e assicurarsi di non posizionarle troppo vicino al muro o ad altri oggetti, per non creare vibrazioni e rimbombi che rovinerebbero il suono.

La radio ai tempi moderni

Oltre a ricevere il segnale FM e trasmetterlo attraverso le casse, le radio più moderne sono anche fornite di ingressi audio USB. Questo tipo di ingresso permette di collegare il proprio smartphone o il proprio lettore mp3 e ascoltare le canzoni presenti su quel supporto con le casse della radio. È anche molto utile se la nostra radio non riceve un segnale digitale. In quel caso, il nostro smartphone si trasformerà in un ricevitore e potremo sintonizzarci anche sulle numerose stazioni radio digitali che stanno nascendo su internet.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda