Il marchio Suzuki

Suzuki è un’azienda giapponese produttrice di automobili e ricambi e accessori per veicolisin dai primi anni del novecento e a partire dagli anni cinquanta anche di moto e ricambi per moto. Da sempre ai primi posti per innovazione e ricerca sul campo, il brand rimane ad oggi uno dei più importanti nel settore dei veicoli.

Funzione del radiatore

Il radiatore dell’acqua è uno degli articoli per il raffreddamento del motoreessenziale per garantire la vita e le prestazioni di un veicolo. Si tratta di una sorta di pannello da cui partono dei tubi che scorrono su una griglia, formata da numerose alette, le quali hanno lo scopo di disperdere il calore verso l’esterno. Se buona parte dell’aria prodotta dal carburante viene espulsa dal tubo di scappamento, vi è una parte di essa che resta all’interno del motore e bisogna quindi evitare che il motore si surriscaldi ulteriormente. Il radiatore svolge il compito di recuperare i residui di liquido che si è riscaldato e lo disperde all’esterno del veicolo tramite le alette. Le moto stradali posseggono delle ventole che aiutano il radiatore a smaltire le temperature in eccesso, cosa che non avviene nelle moto da pista in quanto toglierebbero spazio libero all’aria che attraversa le lamelle quando la moto è in corsa.

Manutenzione del radiatore

Onde evitare un surriscaldamento del motore è bene sottoporre il radiatore della propria auto a controlli costanti e verificare eventuali anomalie negli indicatori relativi alla temperatura (la quale si consiglia di mantenere attorno ai 75°/80° in quanto oltre questo valore, la moto rischia di perdere potenza). La manutenzione dell’impianto di raffreddamento consiste nell’usare di tanto in tanto un getto d’acqua per togliere le impurità che possono incastrarsi all’interno delle celle, riducendo quindi il passaggio d’aria e la capacità di emanare calore.

Composizione del radiatore

I radiatori sono spesso composti in alluminio con uno spessore variabile tra i 22 e 44 millimetri e possono essere sia radiatori ad acquache ad olio. Nelle motociclette più prestanti i due sistemi solitamente si abbinano per favorire una maggiore dissipazione della temperatura. Se si vuole rendere il sistema di raffreddamento più efficiente si consiglia di usare tubi in alluminio piuttosto che in gomma, in quanto smaltiscono la temperatura in tempi più rapidi. Volendo migliorare le prestazioni, soprattutto nel caso delle moto da pista, si consiglia di dotare il proprio veicolo di radiatori supplementari, utilizzando circuiti ad olio solitamente non previsti (cosa più difficile nelle stradali in quanto lo spazio per allocare un altro radiatore è esiguo).

I prezzi di un radiatore nuovo vanno dai 150 € ai 400 € e variano in base al compito che devono svolgere e al materiale di cui sono composti.