Arredare ad arte: quadri per ogni casa

Quando si arreda la propria casa, oltre alla scelta dello stile da adottare per i mobili è bene inserire anche suppellettili e altri elementi come i quadri, che non solo arricchiscono e valorizzano qualsiasi ambiente, ma esprimono anche la personalità di chi ci abita.

Che si tratti di una casa arredata in stile classico o moderno, si deve pensare soprattutto all’effetto che si vuole creare, ad esempio scegliendo una tela molto colorata che stacchi nettamente in un ambiente monocromatico, oppure, al contrario, optare per un quadro moderno dai toni neutri, quando la caratteristica che si vuole dare alla stanza è la sobrietà.

I quadri più adatti per lo stile classico e quello moderno

Per scegliere il quadro giusto per qualsiasi ambiente occorre valutare la tecnica pittorica con cui è stato fatto e che meglio si adatta alla stanza in cui va inserito; ma non solo: un ruolo fondamentale è quello della cornice, che può valorizzare la tela e armonizzarsi con il resto dell’arredamento.

Se si deve acquistare un quadro per un ambiente moderno e tecnologico, una tela in una cornice dorata o argentata potrebbe stonare, in quanto troppo classica. Via libera, dunque, a opere di artisti indipendenti o stampe, manifesti, o anche quadri a matita, con cornici a giorno o lineari che, per esempio, potrebbero adattarsi perfettamente a un salotto arredato in bianco e nero.

Se l’ambiente è arredato in stile classico, invece, quadri d’autore o stampe antiche potrebbero essere la soluzione ideale: una buona scelta può essere un dipinto a olio o ad acquerello che magari rappresenti paesaggi o natura morta. Si possono acquistare quadri di diverse dimensioni e, in questo caso, sono perfette le cornici dorate o argentate, possibilmente della stessa tipologia per far sì che l’insieme risulti omogeneo e armonico.

Acquistare un quadro

Le tecniche pittoriche utilizzate per dipingere un quadro sono davvero tantissime e può essere un’impresa orientarsi in questo mare di opere; la tecnica mista, ad esempio, è quella che prevede l’utilizzo di più materiali.

Oltre alla tecnica prescelta si deve valutare se optare per un dipinto originale o per una riproduzione: nel primo caso i costi potrebbero essere elevati; infatti, per acquistare, ad esempio, un’opera a pastello su carta di Edgar Degas, il prezzo va oltre i 50.000 €. Tuttavia, si può ottenere un ottimo effetto estetico anche comprando delle riproduzioni, come le tele con le opere più famose di Klimt, che si trovano a partire da circa 20 €. Un’opera in ceramica su tela, firmata Lucio Fontana, costa circa 200 €, mentre un quadro a tempera di Achille Perilli ha un prezzo di poco inferiore ai 3.000 €, e un acrilico su cartone di Edoardo Landi, del 1960, si può acquistare a circa 4.000 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda