La breve storia del motore della moto e delle sue componenti principali

Da quando è nata la moto nel 1869 sono stati tantissimi i motori che sono stati sviluppati per poterla far correre sulle strade. In poco più di un secolo di vita sono stati diversi i motori che sono stati montati: dalla nascita del primo monocilindrico montato sul telaio di una bicicletta, ai tentativi andati in fumo di progettazione di motori dalla disposizione particolare dei cilindri, fino agli attuali motori tanto performanti quanto sofisticati.

Il primo motore che fu montato era a vapore, ma di lì a poco verrà sostituito da un motore a benzina che erogava appena 0,25 cavalli. Era il 1885 e gli ideatori furono Gottlieb Daimler, insieme a Wilhelm Maybach, che imbullonarono il motore a benzina ad una Einspur, un rudimentale mezzo a due ruote di legno, dando vita alla prima motocicletta della storia. 10 anni più tardi, l’inglese Holden montò un motore a quattro tempi con il freno sulla ruota anteriore.

Alla fine del XIX secolo furono i fratelli Werner che applicarono un motore a benzina nella parte anteriore di una bicicletta, direttamente sulla ruota anteriore. La trasmissione avveniva attraverso una puleggia e una cinghia di cuoio e permetteva alla futura motocicletta di raggiungere la velocità di 35 km/h. Sempre gli stessi fratelli Werner, all’inizio del ‘900 misero il motore nella parte centra e la trasmissione sulla ruota posteriore. A questo prototipo fu dato per la prima volta il nome di "motocicletta". Erano i primi modelli e non esistevano ancora gli alberi di trasmissione per moto, tantomeno i cavi frizione per moto o i dischi della frizione per moto.

Le pulegge, le catene e i pignoni per moto erano ancora rudimentali ma da quegli anni si assistette ad una continua evoluzione della motocicletta sia in termini di design, che in termini di tipologia di motore. Le nuove tecnologie vennero applicate al mondo delle due ruote in contemporanea con la loro scoperta. Dall'accensione elettronica, all'iniezione elettronica e all'ABS. Diversi furono i tentativi di trovare componenti sempre migliori dal punto di vista qualitativo e funzionale.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda