Il WiFi, ovunque: come funziona un powerline networking

Nel mondo attuale la possibilità di connettersi alla rete a qualsiasi ora del giorno rappresenta un fattore molto importante, e l’incubo di non essere coperti dal segnale mette in crisi non solo chi lavora in ufficio, ma anche le famiglie. Infatti, a causa di un problema architettonico come un muro o un angolo, una stanza potrebbe non essere raggiunta dal raggio di azione del nostro router. Naturalmente, isterismi a parte, le soluzioni a questo genere di inconvenienti sono già da tempo disponibili sul mercato. Prima sono nati i ripetitori di segnale, che l’hanno fatta da padroni come supporto per migliorare la ricezione del WiFi. Oggi invece si tende a preferire per caratteristiche ed efficacia i powerline networking.I powerline networking vengono sempre venduti a coppie e sono di fatto degli adattatori di rete: uno va collegato al modem/router mediante cavo ethernet; l’altro va posizionato nella stanza o punto in cui si desidera il segnale, semplicemente collegandolo alla presa di corrente. In questo modo, l’impianto elettrico diventa l’infrastruttura attraverso la quale avviene la trasmissione del segnale. I ripetitori di segnale, invece, detti anche range extender, funzionano da soli e vanno collocati tra il modem e l’ambiente da connettere al wifi. Questo accorciamento delle distanze permette al Pc o dispositivo di trovare un supporto più vicino a cui connettersi. Quando scegliere quindi un powerline rispetto a un range extender? In generale, quando la distanza dal router è notevole oppure in presenza di barriere architettoniche che ostacolano il segnale del ripetitore. Allo stesso modo, l’adozione di una powerline WiFi non è consigliabile se l’impianto elettrico è più vecchio di 20 anni, dal momento che potrebbe comunque non avere alcun effetto.  

Le migliori marche di dispositivi powerline networking

Giungendo alla questione spesso dirimente, ci si chiede: quanto costa potenziare il segnale WiFi? Come sempre, è bene ricordare che le scelte possibili sono diverse a seconda del budget a disposizione. Ecco alcuni marchi di riferimento nel settore dei powerline networking con il loro range di prezzo. I due brand più noti per le loro powerline sono Netgear e D-Link. Si tratta dei due marchi più popolari per la commercializzazione di powerline av500, con prezzi che si aggirano mediamente attorno ai 60-80 €. Sono certamente i più affidabili in termini di qualità del segnale e perciò particolarmente indicati per uffici e aziende, ma anche per privati che cercano un acquisto sicuro. Per chi vuole risparmiare, ottime alternative sono quelle a marchio Tp-link , con prezzi che si attestano attorno ai 30 €.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda